Pachter non ritiene che attualmente Nintendo sia un buon investimento 100

La situazione è grigia per la grande N

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   09/04/2013

Michael Pachter, analista di Wedbush Morgan, ha spiegato in un'intervista che secondo lui Nintendo non tornerà mai a ottenere i successi del passato e che il gigante nipponico non è più un buon investimento, perché non ha prodotti in grado di competere nel mercato attuale.

Per Pachter i problemi sono: le opportunità mancate da Nintendo sul fronte hardware, l'eccessiva attesa nel fornire un servizio multiplayer decente e, in generale, il fatto di aver alienato le terze parti compromettendo molti rapporti. Ognuno di questi errori gli costerà caro nella guerra contro la next-gen.

Se uniamo questi commenti alle previsioni di vendita di Wii U, che secondo Pachter raggiungeranno al massimo quelle del GameCube, sempre che il prezzo della console non scenda sotto i 199 dollari, è facile capire che per lui Nintendo è un cavallo perdente.

Fonte: VG247