Sony interrompe la produzione di PSP dopo quasi dieci anni 138

Il primo esemplare è stato distribuito in Giappone nel dicembre del 2004

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   03/06/2014

Sony si accinge a vendere gli ultimi modelli di PSP nel corso di questo mese in Giappone, visto che la produzione della console portatile è stata sospesa dopo quasi dieci anni.

Stando a quanto riportato da Dengeki Online, parte oggi una campagna promozionale per convincere gli utenti a passare a PlayStation Vita attraverso una serie di sconti, permute e offerte speciali per gli studenti. A ciò si aggiungerà la preesistente campagna dell'UMD Passport, che consente ai giocatori di acquistare in formato digitale su PlayStation Vita i titoli per PSP già in loro possesso a un prezzo scontato.

La PlayStation Portatile, capace di vendere oltre 80 milioni di unità in tutto il mondo (dati dello scorso novembre), è stata protagonista di una seconda giovinezza in patria grazie all'uscita di numerosi titoli di grande richiamo per gli appassionati giapponesi. Proprio per questo è improbabile che la produzione continui in occidente, dove l'handheld vivacchia ormai da un bel po'.

Fonte: VG247.com