La versione Nintendo 3DS di Dragon Quest X è in uno stato disastroso

A quanto pare uno dei lanci più fallimentari di sempre

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   10/09/2014
77

Di lanci disastrosi ne abbiamo visti tanti, ma quello giapponese di Dragon Quest X rischia di segnare un record. A quanto pare il gioco è stato rimosso dai listini di alcuni grandi negozi online perché risulta essere completamente ingiocabile, come testimoniato da diversi videogiocatori che hanno chiesto di essere rimborsati del prezzo pagato per averlo.

I problemi del gioco dipenderebbero dalla sua particolare natura tecnologica . Nella confezione si trova un codice per scaricare un client che permette di giocare la versione Wii U in cloud, ossia con i dati che vengono inviati in streaming alla console. Questo in teoria, perché nella realtà sono emerse tali e tante problematiche da avergli fruttato recensioni negative a iosa, con persone che hanno denunciato l'impossibilità di collegarsi ai server, altre che lo hanno trovato sempre in manutenzione, altre che non sono riuscite a sentire il sonoro e così via. In molti hanno inoltre segnalato i font troppo piccoli, praticamente illeggibili, per lo schermo di Nintendo 3DS, un problema non da poco vista la quantità di testo contenuta nel gioco.

Non bastasse il disastro raccontato, il caso Dragon Quest X per Nintendo 3DS apre anche un altro grosso interrogativo sul futuro di Square Enix. Il publisher ha infatti appena annunciato un servizio per lo streaming dei suoi giochi in cloud su smartphone e tablet, chiamato Dive In. Come funzionerà? Ad esempio sarà possibile leggere i testi di titoli come Final Fantasy VII sullo schermo di un telefono? E nel caso dopo aver pagato l'abbonamento si presentassero questi problemi di connettività? Sono belle domande che richiederebbero una pronta risposta...

Fonte: Siliconera