Burnout Paradise: chiusura dei server in estate, dopo quasi 12 anni 17

Dopo una lunga e apprezzata carriera, il comparto di Burnout Paradise chiude i battenti con la disattivazione dei server il primo agosto 2019.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   18/04/2019

C'è da dire che Electronic Arts ha dimostrato un notevole impegno nel mantenere attiva la community di Burnout Paradise, ma ormai la vita online del gioco è agli sgoccioli con l'annuncio della chiusura dei server.

Il comparto online di Burnout Paradise verrà dunque disattivato il primo agosto 2019, data fissata per la chiusura dei server su PC, PS3 e Xbox 360. Da notare che l'iniziativa riguarda solo la versione originale del gioco, mentre il multiplayer online di Burnout Paradise Remastered continuerà senza problemi. Nonostante si tratti di un gioco di corse davvero molto apprezzato e probabilmente ancora fruito, sono passati quasi 12 anni dal lancio originale e una conclusione del supporto online è comprensibile a questo punto.

Coloro che ci rimetteranno maggiormente sono probabilmente gli utenti che giocano al Burnout Paradise originale per Xbox 360 sfruttando la retrocompatibilità su Xbox One e gli utenti PC, in ogni caso ci sono ancora più di tre mesi per dedicarsi al gioco prima di dare l'addio al suo comparto online. Ovviamente la componente offline continuerà ad essere utilizzabile come prima anche dopo il primo agosto 2019. "Grazie agli utenti hardcore e affezionati per essere rimasti con noi, avete ancora 106 giorni (circa) per concludere quelle sfide barrell-roll!" Ha scritto EA sulla pagina Facebook dedicata.