Il governo inglese non trova connessione fra violenza e videogiochi  13

NOTIZIA di La Redazione  —   17/03/2008

Il governo inglese non trova connessione fra violenza e videogiochi

Nei giorni passati abbiamo visto la decisione del VAC che ha imposto alla BBFC di assegnare un rating +18 a Manhunt 2. Un portavoce del Department for Culture, Media and Sports inglese ha dichiarato, in merito alla questione, che non esiste alcuna prova conclusiva di una reale relazione fra il giocare a videogiochi con contenuti violenti ed i comportamenti violenti nella vita reale. "La classificazione di Manhunt 2 è un problema che riguarda la BBFC ed il Video Appeals Committee", afferma il portavoce, sottolineando che il punto focale della vicenda resta l'assicurazione che materiale inappropriato sia tenuto lontano dai bambini. A breve il governo pubblicherà i risultati di un'indagine sull'efficacia delle misure esistenti che proteggono i bambini dall'esposizione a materiale molestante o inappropriato sia nei videogiochi che su Internet, di cui si occupa il Dr. Tanya Byron.