Il cliente ha sempre ragione!  4

Avete mai pensato di aprire un ristorante? Preparare piatti prelibati e fare attenzione alle esigenze dei clienti potrebbe non essere così semplice...

RECENSIONE di Paolo Nutini —   10/07/2009

Fast Food Panic è un nuovissimo "simulatore di ristorante" per Nintendo DS. Nel gioco vestiamo i panni del proprietario di un ristorante pieno di ambizione e determinazione, che contando sulla sua abilità ai fornelli deve riuscire ad ampliare sempre più la clientela, fino ad aprire nuovi locali in giro per il mondo. La modalità principale, che è possibile

affrontare anche in maniera libera (selezionando il livello fra quelli già completati), consiste in quindici stage contraddistinti da una difficoltà crescente, in cui il nostro personaggio deve man mano dividersi fra più compiti contemporaneamente per soddisfare i clienti. L'azione si svolge in modo piuttosto semplice: delle persone entrano nel ristorante e si accomodano, quindi ordinano un piatto dal menu e non dobbiamo prepararlo in modo rapido e preciso, seguendo le indicazioni che compaiono di volta in volta sullo schermo. All'inizio dobbiamo semplicemente fare attenzione alla tempistica nella preparazione delle singole pietanze, ma andando avanti negli stage avremo molte più cose da fare.

La forza di dieci braccia

Cucinare in Fast Food Panic richiede precisione, rapidità e un pizzico di attenzione. All'inizio il nostro menu prevede in pratica il solo sushi, che si prepara raccogliendo il riso bollito da una ciotola (si disegna un arco con la stilo sul touch screen), sistemandolo secondo una forma ("spingendone" i bordi con la stilo) e trovando gli ingredienti giusti da applicarvi sopra scegliendoli fra cinque carte coperte (in pratica come in un gioco di memoria visiva). Le altre ricette come la pizza, il riso al curry o il semplice hamburger richiedono manovre completamente

diverse: ogni piatto fa storia a sé, in tal senso, e va preparato attraverso un minigame specifico. È interessante notare che più i piatti si fanno complessi e più aumentano anche le cose da fare contemporaneamente: nella parte destra del touch screen compaiono man mano delle nuove icone per dare il benvenuto ai clienti appena entrati, ordinare alla nostra collaboratrice di sparecchiare un tavolo o di scacciare un topo (ebbene sì), oppure aiutarla a sbrigare dei compiti come calcolare il conto, pulire o sparecchiare un tavolo oppure fare una consegna. Allo stesso modo, la quantità sempre maggiore di clienti e di ordinazioni ci costringerà a preparare le pietanze tutte insieme, mettendo in forno una pizza mentre a esempio prepariamo un panino, ecc.

Panico!

Nella parte bassa dello schermo ci sono due barre: la prima rappresenta la soddisfazione dei clienti, la seconda rappresenta il tempo totale a disposizione per completare il livello. Il nostro obiettivo è quello di riempire la prima barra prima che il tempo scada, e per farlo dovremo fare attenzione ai compiti che possono cambiare di volta in volta. A esempio, in alcuni casi avremo a che fare

con clienti molto speciali (giornalisti, critici o semplicemente mangioni) a cui dobbiamo dare la precedenza sugli altri. Vista la calca che talvolta si viene a creare, non è sempre possibile accontentare tutti e dovremo abituarci all'idea che qualche persona a un certo punto si alzi dal tavolo e se ne vada su tutte le furie. Da questo punto di vista, la modalità libera è un ottimo modo per fare pratica e ottimizzare i movimenti alla ricerca della prestazione perfetta. Fast Food Panic offre anche una serie di semplici minigame di contorno, magari non bellissimi ma simpatici. La realizzazione tecnica in generale è davvero buona, i personaggi sono ben disegnati e ogni livello viene inframezzato da simpatiche scenette in stile manga. È tutto molto colorato, e l'audio è impreziosito da alcune frasi in Italiano nonché da una serie di effetti carini.

CI PIACE

  • Molto divertente
  • Simpatico e colorato
  • Numerosi minigame extra

NON CI PIACE

  • La modalità principale non dura molto