I migliori titoli per iOS 60

Dieci titoli per un catalogo che ne conta milioni, chi l'avrà spuntata?

SPECIALE di Lorenzo Fantoni   —   28/08/2015

Indice

Eccoci di nuovo alle prese con una classifica di giochi e con una brutale realtà: ci sono molti più giochi che vorremmo inserire degli spazi disponibili. Questa volta i riflettori sono puntati su iOS e sui titoli che proprio non dovreste farvi scappare. Volendo avremmo potuto inserire anche grandi classici come Hearthstone o la conversione di XCOM, che è fatta particolarmente bene, ma abbiamo deciso di inserire solo titoli particolarmente adatti alla dimensione mobile. Ecco, dunque, la nostra lista... dite la vostra nei commenti!

Ecco a voi dieci giochi che non dovreste farvi scappare per iOS!

Infinity Blade

Ovviamente il consiglio si estende a tutta la serie, che fin dal suo esordio ha rappresentato il cavallo di battaglia per iOS e una demo tecnica delle sua possibilità grafiche. La meccanica di gioco del primo capitolo era semplice ma geniale e raccontava la storia di un guerriero in grado di passare le proprie esperienze ai discendenti qualora fosse caduto in battaglia. In questo modo il giocatore accumula abilità, magie e armi differenti, che gli permettono col tempo di arrivare a sconfiggere il boss finale. Il combattimento è un misto di tempismo e strategia dove bisogna schivare al momento giusto e colpire non appena si apre il minimo spiraglio e richiede riflessi pronti e nervi saldi. Col tempo sia il gameplay che il mondo del gioco si è allargato sempre di più con biforcazioni, stili di combattimento differenti e mostri sempre più grandi. Rimane tuttora un ottimo gioco sia per chi ha poco tempo sia per chi vuole passare un paio d'ore divertenti.

Halo: Spartan Strike

Spartan sul nostro tablet? Occasione da non farsi sfuggire assolutamente! Soprattutto quando vengono inseriti in un gioco che non è l'ennesimo FPS mobile con controlli orribili, ma un twin stick shooter stracolmo di azione. Halo: Spartan Strike è un'ottima trasposizione portatile del mondo di Halo, offre una discreta varietà di situazioni e ha una veste grafica decisamente degna della saga. Come se non bastasse, il gioco non lesina quanto a strizzatine d'occhio e riferimenti alla saga principale, anzi ogni tanto capita anche di vedere il caro vecchio Master Chief in azione! Il gioco è infatti ambientato più o meno durante gli eventi di Halo 2 e racconta la storia di un ufficiale ONI che deve giocare queste missioni simulative per addestrarsi e imparare le migliori tattiche di combattimento. In totale prevede 30 missioni decisamente impegnative che ci terranno impegnati per un bel po' e, per fortuna, non prevede microtransazioni.

Geometry Wars 3: Dimensions

Altro twin stick shooter, anzi, il re dei twin stick shooter, che torna per la terza volta a mostrare agli altri come si fa. Il concetto del gioco è molto semplice: una navicella, un solido su cui spostarsi, che può essere un cilindro, una sfera o chissà cosa, centinaia di navicelle da far saltare e un punteggio a cui far raggiungere cifre assurde. Geometry Wars 3: Dimensions è uno di quei titoli in grado di trasportare il giocatore in un'altra dimensione sensoriale, un mondo fatti di musica, luci e numeri che lampeggiano, è il degno successore di centinaia di giochi arcade su cui l'umanità passa il suo tempo da anni, è il passatempo perfetto per chiunque adori questo genere e voglia averlo sempre a portata di mano. Consigliatissimo anche se avete già comprato la versione per PC o console.

Monument Valley

Il gioco preferito dal Presidente degli Stati Uniti (quello di House of Cards), dobbiamo veramente aggiungere altro? Monument Valley è una di quelle piccole gemme di games design per le quali dobbiamo ringraziare il vasto popolo degli sviluppatori indipendenti e le possibilità offerte dal mobile gaming. Il fulcro di tutto è una storia estremamente toccante, raccontata con la stessa delicatezza e attenzione riposta nella creazione dei puzzle del gioco. Lo scopo è arrivare dall'inizio alla fine del livello cercando di trovare una strada attraverso prospettive degne di un quadro di Escher, rotazioni e punti di vista differenti che testeranno le nostre capacità spaziali e il pensiero laterale. A rendere il tutto ancora più meritevole dei nostri soldi, una colonna sonora che altro non è che la cornice perfetta per un titolo imprescindibile.

Sword & Sworcery

Altro titolo assolutamente fuori di testa e assolutamente da avere. Sword & Sworcery è senza dubbio un'avventura/puzzle game strana, molto strana, ma impossibile da ignorare. Chiunque ami i videogiochi dovrebbe provarlo almeno una volta, prendere appunti su come racconta la sua storia, come introduce i personaggi e su come riesca a uscire dai confini del medium senza togliere la voglia di giocare e di scoprire cose nuove. È un coraggioso esperimento di game design che porta il genere a guardarsi allo specchio e ridere di se stesso. Forse non sarà un gioco in grado di cambiare il settore e rivoluzionare il mercato, ma nelle mani giuste potrebbe senza dubbio scatenare geniali ispirazioni. Ah abbiamo già detto che il suo stile 8-bit è adorabile?

Tiny Wings

Un gioco di una semplicità disarmante che rischia seriamente di compromettere la produttività di centinaia di persone (e probabilmente l'ha già fatto, visto che non è un gioco recentissimo). La storia è presto detta: un piccolo uccellino ha ali troppo piccole per volare, però può spiccare brevi balzi e scivolare lungo i pendii, accumulando velocità e planando per tratti più o meno lunghi. Se si ferma o scende la notte è game over. Lo scopo del gioco dunque prolungare il più possibile queste planate, raccogliendo nel frattempo dei piccoli soli che prolungano la durata del giorno. Il gioco è creato in maniera procedurale, questo vuol dire che non affronteremo due volte la stessa conformazione del terreno e dovremo sempre trovare il giusto tempismo per spiccare il balzo. Un gioco semplicemente delizioso che si gioca con un solo dito.

Icyle: On Thin Ice

Avete presente quella puntata dei Simpson in cui Homer studia per fare il clown ed è costretto a pedalare su una bici piccolissima? Questo gioco cerca più o meno di farvi vivere la stessa esperienza, però sul ghiaccio. Se l'idea di impersonare un tizio che indossa solo un monocolo mentre pedala lungo l'artico non vi alletta possiamo capirvi, ma la verità è che Icyle: On Thin Ice è un gioco estremamente vario e divertente che merita la vostra attenzione. Ci troviamo di fronte a un prodotto ricco di possibilità di personalizzazione, di acume nel level design e dotato di un'ottima storia. È praticamente impossibile annoiarsi lungo gli oltre venti livelli ricchi di situazioni differenti che compongono il gioco. Un minuto prima siamo nel ghiaccio, quello dopo in mezzo a una prateria, quello dopo ancora a due passi da una guerra che potrebbe decidere il destino dell'umanità, il tutto a poco meno di un euro.

Threes!

In questa lista di titoli mancava un rompicapo numerico, e Threes! è qua per occupare il suo posto. Questo gioco racchiude dentro di sé la formula del successo per i giochi di questo tipo: estrema pulizia del design, meccaniche semplici da padroneggiare ma complesse da dominare, facilità estrema nel ripetere una partita dopo l'altra, finché non ci si accorge che ormai è sera. La regola di base è semplicissima: quelle coi numeri 1 e 2 (blu e rosse) possono essere unite per generarne una col numero 3, mentre tutte le altre devono essere accoppiate rigorosamente a quelle uguali, così da crearne una con sopra la loro somma. Il problema è che tutte le tessere si muovono nella direzione che abbiamo scelto e ogni mossa ne aggiunge una nuova, quindi è sempre più difficile avere nuove mosse a disposizione ed evitare la fine della partita. Lo scopo finale è ovviamente ottenere una somma finale altissima con cui sbeffeggiare gli amici sui social network, chiaro no?

Ridiculous Fishing

Un gioco dalla gestazione travagliata, ma anche uno dei titoli più originali e divertenti presenti su Apple Store. Ridiculous Fishing non è propriamente un gioco di pesca, ma più un gioco in cui i pesci vanno fatti esplodere una volta scaraventati fuori dall'acqua. La meccanica del gioco è infatti divisa in tre fasi. Nella prima dobbiamo calare la lenza il più a fondo possibile, evitando pesci e ostacoli. La seconda fase inizia non appena la lenza colpisce qualcosa e inizia a risalire. In questo caso dobbiamo invece catturare il maggior numero di pesci possibile, sperando in qualcosa di veramente grosso. L'ultima fase ha luogo non appena l'amo torna in superficie, tutti i pesci vengono scaraventati per aria e dovremo farli esplodere, toccandoli sullo schermo. Ci sono pesci che danno bonus, altri che danno malus, prede rare e così via, quindi non è che basta semplicemente tirar su tutto ciò che il mare ha da offrire. Il culmine del gioco sta nell'ultima modalità, che prevede un oceano senza fondo in cui l'unico limite è il record di pesca di chi è più bravo di noi.

Prune

Titolo dall'ambientazione decisamente zen che come delicatezza del design rivaleggia con Monument Valley. In questo caso ci verrà chiesto di diventare giardinieri e aiutare una piccola pianta a crescere e trovare il sole. Per farlo dovremo essere in grado di capire quali sono i rami che vanno fatti crescere e quali dovremo potare, riconoscendo il fatto che una piccola perdita può essere proprio ciò che ci vuole per sviluppare al meglio le nostre capacità. Come avrete capito Prune, più che un gioco, è una piccola lezione di filosofia da vivere con serenità, godendosi una delle tante forme d'espressione che rendono più bello questo mondo.

Shadowmatic

Altro puzzle game decisamente zen e diverso dal classico gioco mobile, Shadowmatic metterà alla prova la nostra percezione con il classico gioco delle ombre cinesi. Scopo del gioco è manipolare degli oggetti sospesi a mezz'aria per ottenere delle ombre che abbiano un senso. Ecco quindi che un innaffiatore e un bambolotto di pezza possono diventare un elefante, alcuni oggetti di metallo dalle strane forme sono perfetti per creare un cane e così via, livello dopo livello, per circa settanta sfide differenti. Inizialmente potremo usare un solo oggetto e le cose saranno abbastanza facili, ma quando dovremo gestire due o tre ombre differenti le cose si faranno decisamente complesse. Il tutto è realizzato con un engine grafico veramente ben fatto, supportato da una colonna sonora altrettanto all'altezza. Vorremmo dire che è un gioco privo di ombre, ma saremmo dei bugiardi!