Un calcio al passato

Outofthebit rende omaggio a due saghe gloriose

PROVATO di Andrea Centini   —   10/11/2015
30

Se avete superato la trentina e seguite i giochi di calcio sin dai tempi del mitico Microprose Soccer, sicuramente siete stati testimoni (e magari anche protagonisti) dell'accesa rivalità tra i sostenitori di Kick Off e Sensible Soccer, due serie che hanno segnato la storia del genere e che tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90 hanno rappresentato ciò che oggi sono FIFA e PES nel cuore degli appassionati.

Un calcio al passato

Per capire quanto siano state amate e lo siano tuttora, vi basti sapere che ancora oggi si disputano i rispettivi campionati del mondo, rigorosamente offline e organizzati dalle community di nostalgici. Nonostante siano state superate dalle opere targate KONAMI ed Electronic Arts, le due saghe sono sopravvissute con fortune alterne fra remake amatoriali e riedizioni relativamente recenti, come il bellissimo Sensible World of Soccer (SWOS) approdato nel 2007 su Xbox 360, tuttavia solo ai giorni nostri, grazie all'esplosione dei progetti indipendenti, la loro filosofia si sta nuovamente affacciando sul mercato videoludico. All'inaspettato ritorno del celebre Dino Dini, che col suo Dino Dini's Kick Off Revival approderà nel 2016 in esclusiva su PlayStation 4 e PlayStation Vita, va infatti ad aggiungersi anche Super Arcade Football, titolo squisitamente arcade in sviluppo presso la londinese Outofthebit che ha appena superato lo scoglio di Steam Greenlight. Abbiamo messo le mani su una versione preliminare del codice e queste sono le nostre impressioni.

In Super Arcade Football si riassaporano le emozioni calcistiche dell'epoca Amiga

Amarcord

Benché proponessero due filosofie piuttosto differenti sotto il profilo delle opzioni, dei contenuti personalizzabili e soprattutto nel controllo palla, con la serie targata Anco decisamente più punitiva e hardcore, tra i due storici rivali vi erano indubbiamente numerosi punti di contatto, dinamiche che Outofthebit ha tradotto nel proprio "revival" mantenendo comunque una genuina personalità.

Un calcio al passato

Il fulcro dell'esperienza in Super Arcade Football ruoterà attorno al multiplayer online e locale sino a quattro giocatori, ma non mancheranno leghe e coppe totalmente personalizzabili da affrontare in single player, sebbene una carriera approfondita come quella apprezzabile in SWOS non rientri attualmente nei piani degli sviluppatori britannici. La visuale è naturalmente dall'alto e nel complesso risulta più simile a quella verticale di Kick Off che a quella a volo d'uccello di Sensible Soccer, pur non necessitando di un radar come nello storico titolo firmato da Dino Dini, dato che il rettangolo di gioco ha dimensioni più contenute e la porzione di campo inquadrata più ampia. L'azione è velocissima e del tutto priva di velleità simulative, tanto che non è stata implementata nemmeno la regola del fuorigioco, inoltre il controllo palla, ancora da raffinare, risulta persino più arcade rispetto a quello delle due gloriose muse ispiratrici. Se in Kick Off, infatti, il pallone era un'entità totalmente slegata dai piedi del giocatore e in Sensible Soccer si avvertiva un parziale ancoraggio, in Super Arcade Football esso è totalmente incollato agli scarpini, permettendo dribbling, passaggi e manovre evasive senza il rischio di perdere il contatto con la sfera. In molti hanno chiesto a Outofthebit di implementare una doppia fisica ispirata alle due serie da selezionare nel menù delle opzioni, un suggerimento che il fondatore del team Ali Motisi sta prendendo in considerazione, pur avendo sottolineato il desiderio di mantenere integra la personalità del proprio progetto.

Effetti collaterali

Il codice Alpha che abbiamo testato non permetteva di sfidare l'intelligenza artificiale, ma solo amici in locale e in partite singole con la regola del Golden Goal, dunque per avere un'idea più precisa dell'opera Outofthebit sarà necessario attendere una build più avanzata. Il numero di squadre (senza licenza) attualmente disponibili tra nazionali e club è piuttosto contenuto, tuttavia nella versione definitiva del gioco sarà possibile creare team e campionati personalizzati attraverso un apposito editor, esattamente come avveniva in Sensible Soccer.

Un calcio al passato

Su richiesta degli appassionati che hanno votato il titolo su Steam Greenlight, dovrebbe essere aggiunto anche un secondo editor per rinominare i giocatori e personalizzarli dal punto di vista estetico, dato che attualmente ad eccezione del colore dei capelli risultano tutti uguali e privi di nome.

Un calcio al passato

Del resto, nell'epoca Amiga consultare il quotidiano sportivo e ricreare formazioni identiche a quelle reali era uno dei passatempo preferiti dai giocatori del titolo di John Hare. Come specificato, la demo è limitata a semplici partite secche, e prima di scendere in campo è possibile selezionare solamente squadre e sistema di controllo, col joypad dell'Xbox 360 sicuramente preferibile alla tastiera. Caratteristica peculiare di Super Arcade Football è l'ironica "Slow-Mo-Banana-Bending-Technology", ovvero la possibilità di rallentare il tempo al momento del tiro (col tasto B) e impartire effetti al pallone con la leva analogica sinistra. I portieri hanno un'intelligenza artificiale assimilabile a quella degli estremi difensori di Sensible Soccer, e una volta presa dimestichezza con questa "mossa speciale" risulta piuttosto semplice batterli con goal spettacolari. Gli altri comandi sono il passaggio e il tiro base che si eseguono con una differente pressione del tasto A, la scivolata con RB e il cambio giocatore con LB. Tra le caratteristiche più interessanti vi è la presenza di vari terreni da gioco e il meteo casuale, inoltre non mancano infortuni, cartellini (l'arbitro pelato è un chiaro omaggio a Collina) e i replay rallentati per i goal, in classico stile Sensible Soccer. Dal punto di vista prettamente tecnico Super Arcade Footbal è un titolo semplicistico fruibile anche sui sistemi più vetusti, tuttavia la palette cromatica accesa e la grafica in "simil cel shading" lo rendono piacevole alla vista. Buoni gli effetti sonori, anch'essi chiaramente ispirati ai campionamenti delle due gloriose saghe di Anco e Sensible Software. Nel complesso il titolo britannico risulta frenetico e divertentissimo in compagnia; nella versione definitiva, la cui uscita è prevista il prossimo anno su Steam, andranno verificati i contenuti, l'efficacia dell'editor e l'intelligenza artificiale, oltre che la solidità del netcode.

CERTEZZE

  • Gameplay veloce e spassoso
  • È un omaggio a due saghe storiche
  • Multiplayer locale fino a quattro giocatori
  • Tecnicamente semplice ma gradevole
DUBBI
  • Intelligenza artificiale
  • Modalità di gioco e potenza dell'editor
  • Qualche bug da limare