Assembla che ti Passa #201 18

Restiamo alle calcagna di AMD e NVIDIA, buttando un occhio sui nuovi monitor da gioco ad alto refresh

RUBRICA di Mattia Armani —   22/06/2019

Indice

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Anche questa settimana i riflettori sono puntati sulle novità in arrivo da AMD e NVIDIA. Da una parte ci sono le GPU Navi e i nuovi Ryzen 3000, la cui tecnologia sarà utilizzata anche per una nuova serie di processori HEDT attualmente in sviluppo. Quest'ultima a quanto pare includerà un mostruoso processore da 64, presumibilmente contraddistinto da consumi e prezzi decisamente competitivi per un prodotto del genere. D'altronde parliamo di transistor a 7 nanometri, cardine della nuova strategia di una AMD che vuole scontrarsi frontalmente con Intel sulle CPU sfruttando il ritardo di quest'ultima nel passaggio dai 14 ai 10 nanometri. Il tutto mentre il team Radeon cerca di non lasciare troppo spazio a NVIDIA mentre lavora a una nuova generazione che dovrebbe sfruttare al meglio il nuovo design RDNA lasciandosi alle spalle i problemi dell'architettura GCN. NVIDIA, però, ha avuto tempo in quantità per preparare una contromossa che dovrebbe tra non molto prendere forma nelle vesti si una serie di GeForce RTX SUPER. Questa, secondo gli ultimi rumor, dovrebbe includere una RTX 2080 SUPER, una RTX 2070 super e una RTX 2060 SUPER, tutte caratterizzate da memorie più veloci e ottimizzazioni di vario genere, tali da portare a un aumento sensibile nelle prestazioni. E secondo qualcuno all'orizzonte potrebbe esserci anche una Radeon RTX 2080 Ti SUPER, forse destinata a prendere il posto della RTX 2080 Ti liscia che potrebbe trovarsi troppo vicina alla GeForce RTX 2080 SUPER. Questo potrebbe essere un problema visto quest'ultima potrebbe costare, al pari della nuova RTX 2060 e della nuova RTX 2070, quanto la versione liscia. Parliamo quindi di 799 dollari per la 2080 SUPER, 549 dollari per la 2070 SUPER e 349 dollari per la 2060 SUPER, con prezzi che, se confermate, sono inevitabilmente destinate a spingere verso il basso i prezzi delle versioni standard nel caso in cui queste continuassero a essere prodotte. Anche per la nuova famiglia AMD Navi, comunque, ci aspettiamo schede più potenti, senza dubbio possibili grazie allo spazio di manovra garantito dal processo produttivo a 7 nanometri in termini di numero di transistor e consumi. Ci auguriamo che sia cosi, sperando di vedere presto schede in grado di dare qualche garanzia in più in 4K.

Radeon Rx 5700 Xt

Ci vorrà però parecchio prima di sfruttare monitor come il nuovo 43 pollici di ASUS, un ROG con pannello 4K, refresh da 144Hz e la capacità di sfruttare tutto questo con una sola porta DisplayPort. Lo schermo ROG presentato durante l'evento AMD Next Horizon Gaming, non a caso FreeSync, vanta infatti la tecnologia Display Stream Compression (DSC) che si aggiunge alle varie comodità in arrivo con le nuove Radeon, meno potenti di quanto speravamo nel caso dei primi modelli presentati, ma valorizzate dal continuo sforzo di una AMD che dal punto di vista dell'ottimizzazione dei driver ha fatto passi da gigante. Lo si vede anche da tecnologie come FidelityFX e Image Sharpening, che assieme all'anti-lag promettono piccoli ma tangibili vantaggi, senza pesare sulla potenza delle GPU. Il tutto condito dall'avvento dello standard PCI Express 4.0, caratterizzato da un raddoppio da 32 a 64GB/s di banda, che con le CPU Ryzen 3000 risulta finalmente disponibile anche nel settore consumer. Dal 7 luglio sarà quindi sfruttabile in un segmento in cui non è ancora necessario per le singole GPU, portando però vantaggi a livello di sistema, inclusa la massima velocità di trasferimento delle SSD. Nel frattempo, però, è già arrivata la versione 5.0, con una capacità di ben 128GB/s, e sono iniziati già i lavori sul PCIe 6.0 che raddoppierà ancora una volta la banda, garantendo da qui a 4 anni un'autostrada per i dati. Torniamo così ad augurarci un bel salto prestazionale e non solo nell'ottica dei pannelli 4K. Anche i monitor ultrawide, sempre più diffusi, compiono passi in avanti, a partire dal refresh. Qualche tempo fa abbiamo infatti assistito all'annuncio dell'AOC AG353UCG, un classico schermo 21:9 da 35 pollici con risoluzione 3440x1440 che arriva però a ben 200Hz di refresh rate, il tutto condito con G-Sync di nuova generazione, un millisecondo di tempo di risposta dei pixel, HDR e illuminazione FALD da 512 per 1000 NITS di luminosità. Le stesse specifiche che ritroviamo anche sull'ASUS ROG Swift PG35VQ, a quanto pare già disponibile nel Unito e sempre con tecnologia VA, sempre a 200Hz e sempre equipaggiato con G-Sync HDR a cui si aggiunge una copertura dello spazio di colore DCI-P3 del 90%. Ma c'è un problema quando tanta tecnologia finisce in un solo involucro e qualcuno l'avrà già intuito: parliamo infatti di un monitor che costando 2699 dollari, ancora da confermare, risulta tra le soluzioni da gioco più costose in circolazione.

Asus Rog Swift Pg35Vq

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Anche questa settimana, mentre aspettiamo nuove opzioni di fascia bassa che potrebbero tardare un po' ad arrivare, restiamo con il Ryzen 1600X, forte di sei core, dodici thread, buone frequenze per la fascia bassa, possibilità di overclock e un prezzo che è sceso al di sotto dei 135 euro. Pur non cambiando segnaliamo però che il Ryzen 5 2400G, equipaggiato con la migliore GPU consumer integrata in circolazione, è arrivato addirittura a 125 euro di prezzo.

Non ci sono alternative che tengano, invece, di fronte a una RX 570 da 4G venduta a meno di 110 euro. Parliamo del modello da una sola ventola, nello specifico quello PULSE ITX di Sapphire, ma parliamo anche di una scheda caratterizzata da prestazioni in 1080p ben superiori a quelle delle schede della stessa fascia di prezzo, per un rapporto tra offerta e prezzo a dir poco imbattibile.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 1600X 3.6-4.0GHz 135,00
euro
SCHEDA MADRE Asrock B450M-HDV 65,00
euro
SCHEDA VIDEO SAPPHIRE PULSE Radeon RX 570 ITX 4GB 110,00
euro
RAM Ballistix Sport LT DDR4 3000MHz CL16 45,00 euro
ALIMENTATORE EVGA BT 450W 80+ Bronze 50,00
euro
HARD DISK Seagate Barracuda 1TB 40,00
euro
CASE Thermaltake Versa H18 Mini Tower 45,00
euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00
euro
TOTALE: € 540.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Alternando diligentemente le opzioni in un una fascia dove la scelta è fortunatamente ampia, torniamo al Core i5-9400F, l'alternativa Intel che si accontenta di sei core e rinuncia alla scheda integrata come le CPU desktop Ryzen, costando più del 2600, ma garantisce prestazioni out-of-the box eccellenti, senza bisogno di spinte, nel gaming 1080p.

Proprio per questo facciamo ben due passi indietro rispetto alla GTX 2060, incontrando un'opzione che ha il merito di costare molto meno della GTX 1060, tra le opzioni più gettonate della scorsa generazione, garantendo prestazioni superiori. Non a caso è, con tutta probabilità, la GeForce GTX Turing più sensata in termini di rapporto tra prezzo e prestazioni, almeno nel caso di modelli come quello ZOTAC AMP!.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i5-9400F 2.9-4.1GHz 165,00 euro
SCHEDA MADRE MSI B360M MORTAR 95,00 euro
SCHEDA VIDEO ZOTAC GeForce GTX 1060 AMP! Edition 6GB 235,00 euro
RAM Corsair Vengeance LPX 2x8GB 3200MHz CL16 90,00 euro
ALIMENTATORE Corsair CX550 80+ Bronze 65,00 euro
HARD DISK Samsung 860 Evo 500GB SATA III 75,00 euro
CASE Corsair Carbide 275R Mid Tower 90.00 euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 euro
TOTALE: € 830.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

L'attenzione del mercato è tutta per il 7 luglio, data di arrivo dei nuovi Ryzen, ma per il momento Intel mantiene il comando nella fascia più alta del settore consumer, con un vantaggio netto nel caso del gaming in 1080p e sensibile in 1440p. E puntiamo proprio a quest'ultima risoluzione, risparmiando qualcosa sui core per investire sulla GPU in cerca del massimo framerate possibile per sfruttare la nuova ondata di schermi QHD ad alto refresh dal prezzo finalmente interessante.

Tra l'altro è probabile che le attuali CPU Intel siano destinate a rimanere sul mercato ancora per un po', mentre sembra proprio che non sia così per le GeForce di fascia estrema. AL momento le indiscrezioni sono da confermare, ma i rumor puntano con insistenza su una nuova serie di GeForce RTX mentre la stessa NVIDIA, prima del Computex, ha anticipato l'arrivo di qualcosa di SUPER. Potrebbe quindi risultare azzardato acquistare una scheda di fascia estrema proprio in questo, a meno di non trovare offerte particolarmente vantaggioso.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i7-9700K 3.6-5.0GHz / Noctua NH-D15 460,00 euro
SCHEDA MADRE ASUS ROG STRIX Z390-I GAMING 190,00 euro
SCHEDA VIDEO EVGA GeForce RTX 2080 Ti BLACK EDITION GAMING 11GB 1155,00 euro
RAM G.Skill F4 2x8GB DDR4 3600MHz CL15 190,00 euro
ALIMENTATORE Corsair RM850i 80+ Gold 165,00 euro
HARD DISK ADATA XPG SX8200 Pro 960GB M.2 175,00 euro
CASE Corsair Crystal 570X Mid Tower 180,00 euro
DISK DRIVE - -
TOTALE: € 3325.00