Il regista di Ralph Spaccatutto spiega la difficoltà nel creare film basati su videogiochi 0

E' stato più semplice partire da zero con un personaggio inventato

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   10/02/2013

Secondo il regista di Ralph Spaccatutto, Rich Moore, la creazione di un film basato su un videogioco esistente è necessariamente più difficoltosa rispetto al partire da una base completamente inventata, come è stato fatto per il nuovo film Disney.

Questo perché una licenza già esistente si porta dietro "miti e retaggi", elementi legati a "personaggi di videogiochi esistenti che tendono a rendere insoddisfatti i fan una volta che ci viene costruito sopra un film". Provare a scrivere un film basandolo su un personaggio come Donkey Kong, dunque, sarebbe facilmente risultato in un prodotto incapace di soddisfare tutti, o quantomeno di rispettare la mitologia che è legata al videogioco vero e proprio.

E' stato più semplice prendere qualcosa di nuovo e renderlo evocativo, con richiami ad uno specifico periodo storico dei videogiochi, ha spiegato Moore. In questa maniera, non ci sono stati percorsi forzati da seguire, o attenzioni particolari da dedicare al trattamento del personaggio e alle sue peculiarità storiche o legami con un background già definito. "Abbiamo voluto provare a realizzare il film in modo che anche una persona che non ha mai giocato a dei videogiochi prima possa comunque apprezzarlo, senza sentirsi esclusa dall'umorismo presente e dalla storia", altra cosa che sarebbe stata molto difficile da ottenere sfruttando un videogioco pre-esistente.

Fonte: VG247