Phil Fish contro i videogiocatori per lo sconto della versione PC di Fez 38

"Dovrebbe costare 90 dollari, non 9"

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   22/04/2013

Phil Fish è uno che non le manda a dire, piaccia o meno, ma questa volta un po' di ragione ce l'ha nella polemica nata contro alcuni videogiocatori.

Cos'è successo? Oggi è stato annunciato il prezzo di lancio della versione PC di FEZ, ossia 9,99 dollari. Obiettivamente si tratta di una cifra ottima per un titolo del genere ed è davvero difficile lamentarsi. Difficile sì, ma non per i videogiocatori, categoria capace di frignare davvero per ogni capello fuori posto.

Il bello è che il problema in questo caso non è nemmeno il prezzo, ma lo sconto. Infatti, è possibile preordinare il gioco pagando il 10% in meno sul prezzo finale. A questo punto vi starete chiedendo come si fa a lamentarsi di uno sconto... bene, per qualcuno lo sconto applicato sui preordini di FEZ non è sufficiente e si è prodigato per farlo sapere con dolce volgarità al buon Phil Fish, che di suo non è uno che si trattiene facilmente nelle esternazioni.

Vistosi attaccato per una simile stupidaggine, dopo lo stupore iniziale ha pubblicato alcuni tweet al vetriolo, affermando che 9 dollari per un gioco come FEZ sono un furto e che la gente ne dovrebbe pagare 90 (ovviamente scherzava)!

Detto questo ha scritto che se per qualcuno sono veramente troppi, è meglio che chiuda la sua bocca di m. rubi il gioco, invece di starsi a lamentare.

In tutta risposta è nato un gruppo per il boicottaggio di FEZ su PC, che francamente qualifica più chi lo ha aperto, che l'oggetto cui è dedicato. Ok Phil, almeno un cliente lo hai appena guadagnato.

Fonte: Pixel Enemy