Rockstar Games non paga da dieci anni la Corporation Tax in UK, ma ha avuto milioni di sterline di sgravi fiscali 19

Rockstar North, la divisione inglese di Rockstar Games, non paga corporation tax nel Regno Unito dal 2009, ma ha avuto 42 milioni di sterline di sgravi fiscali.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   29/07/2019

Stando all'agenzia TaxWatch, è dal 2009 che Rockstar Games non paga nulla in corporation tax nel Regno Unito, dove ha sede Rockstar North (più precisamente a Edimburgo, in Scozia), ma contemporaneamente ha usufruito di 42 milioni di sterline di sgravi fiscali della Video Game Tax Relief (VGTR) tra il 2015 e il 2017.

Da notare che la cifra conta per il 19% di tutti gli sgravi fiscali garantiti all'industria videoludica inglese dal 2014, anno di introduzione della VGTR. Insomma, chi più di Rockstar ha bisogno di un contributo statale per tirare avanti? Del resto Rockstar North sviluppa la serie di nicchia Grand Theft Auto, che come tutti sanno fatica a tirare avanti.

Ovviamente stiamo scherzando, visto che Grand Theft Auto V, l'ultimo capitolo della serie, è semplicemente il prodotto d'intrattenimento più redditizio di tutti i tempi.

TaxWatch stima che tra il 2013 e il 2018 GTA 5 ha generato ricavi per 6 miliardi di dollari, con un profitto operativo di 5 miliardi di dollari e un tesoretto per i bonus ai dirigenti di 3,4 miliardi di dollari nello stesso periodo. Per gli stessi anni, i sette sviluppatori sotto Take-Two che hanno base nel Regno Unito hanno dichiarato profitti preventivi per soli 47,3 milioni di sterline. Per questo viene chiesta un'indagine sulla struttura fiscale di Rockstar Games e Take-Two nel Regno Unito.

Per George Turner, il direttore di TaxWatch, è scandaloso che uno sviluppatore grande come Rockstar Games ottenga sgravi fiscali per milioni di sterline, pagati ovviamente dai contribuenti inglesi. Secondo lui la Video Game Tax Relief aveva come obiettivo di aiutare gli sviluppatori di prodotti culturalmente rilevanti ad affermarsi nel mercato internazionale, ma il fatto che una fetta così grossa dei contributi vada a un prodotto come Grand Theft Auto 5, che può tranquillamente auto sostentarsi, dimostra che c'è qualcosa che non funziona.