Bocce di Natale

Torna Winged Clouds con un ricco parterre di procaci ragazze pronte per le feste natalizia!

RECENSIONE di Simone Tagliaferri   —   24/12/2015
15

Sakura è un termine giapponese che indica i fiori di ciliegio o, più in generale, una buona fioritura. È anche un nome comune di ragazza che, se siete appassionati di manga o animazione giapponese, avrete sicuramente già sentito in passato.

Questa è Santa. No, che avete capito, è il vero Babbo Natale. Da quando l'abbiamo vista siamo tornati a crederci
Questa è Santa. No, che avete capito, è il vero Babbo Natale. Da quando l'abbiamo vista siamo tornati a crederci

La serie Sakura di Winged Clouds (che non è uno studio giapponese) c'entra poco con la poesia della fioritura dei ciliegi. Certo, qualcosa che sboccia c'è in ogni capitolo, ma non sono fiori. In verità le bocce sono l'unico elemento che lega tutti gli episodi. No, non parliamo di quelle che i vecchi lanciano nei centri anziani cercando di avvicinarsi il più possibile al boccino, ma di quelle attaccate ai corpi di esseri umani di sesso femminile. Non stiamo scherzando: i vari Sakura non hanno alcun legame l'uno con l'altro, se non la presenza di ragazze dalle tette enormi che finiscono inevitabilmente in pose sexy. I giapponesi li chiamerebbero contenuti ecchi, ma noi non siamo così raffinati e quando vediamo una ragazza che si versa per sbaglio nella scollatura un liquido biancastro, con schizzi che le vanno a finire su tutto il corpo, sappiamo bene che da qualsiasi punto di vista culturale si inquadri la scena, sempre a gente con la mano pesante si sta rivolgendo. Del resto Winged Cloud non ha mai fatto mistero di voler semplicemente proporre disegni di belle ragazze poco vestite, per far felici i giovani adepti della sacra scuola delle cinque dita in umido. Sakura Santa non fa differenza. Anzi, vista nell'ottica generale dell'intera serie, questa visual novel a tema natalizio, pubblicata non a caso il 22 dicembre, è tra le più leggere proposte dallo sviluppatore, anche negli abiti. Non per niente è stata presentata come un prodotto per fan, legato anche alla svolta eroge dello studio, che nel frattempo ha iniziato a farsi pubblicare da MangaGamer, quindi senza alcuna pretesa di profondità.

Abbiamo recensito Sakura Santa, il gioco più natalizio dell'anno: scoprite com'è... in tutti i sensi

Epoppea natalizia

Sakura Santa racconta la storia di Koiji, un ragazzo solitario che fatica a stringere amicizie. Siamo quasi a Natale e i genitori hanno deciso di andare a farsi un viaggio per conto loro, mentre il fratello non lo considera in alcun modo. Anche i suoi amici si sono dati alla macchia. Insomma, chi vorrebbe avere mai accanto un tipo schifato praticamente da chiunque, anche dagli amici immaginari?

Ogni scusa è buona per scoprire le natiche, nonostante il freddo invernale
Ogni scusa è buona per scoprire le natiche, nonostante il freddo invernale

Tre maggiorate, ovviamente. Ma andiamo con ordine. Senza farsi prendere dallo sconforto Koiji decide di andare a passeggiare in città per guardare le vetrine e respirare un po' l'atmosfera festosa del periodo. Quindi si reca nel vicino tempio e fare un'offerta per chiedere agli spiriti di non dover passare il Natale da solo. Gli spiriti, che devono avere un occhio di riguardo particolare per lui (e non solo), lo ascoltano e in suo soccorso arriva uno spirito volpe particolarmente scollacciato con cui stringe subito amicizia e che è felicissimo di fargli vedere le tette (la trama è questa, che ci volete fare?). Ma non finisce qui, perché tornato in città il ragazzo si imbatte prima in una sua vecchia amica dei tempi della scuola, svestita da coniglietta per promuovere un locale, quindi in una versione di Babbo Natale nata evidentemente dalla fantasia di qualcuno in crisi di astinenza da sesso. Il resto della storia non ve lo raccontiamo, anche se in fondo ci sarebbe poco da dire. Sappiate solo che Koiji sarà chiamato a compiere delle scelte determinanti per il destino del suo pene, ossia dovrà decidere con quale delle tre ragazze passare il Natale... magari con tutte e tre? Ma sì, abbondiamo. Il tutto si traduce in un turbinio di tette e natiche che nemmeno nel più ardito dei cinepanettoni si sono mai viste. In effetti le ragazze fanno di tutto per trovarsi in situazioni in cui poter mostrare le loro strenne, con i testi che sottolineano volentieri lo stato di arrapatio perennis del povero Koiji. Insomma, da ragazzo solitario e introverso si è improvvisamente ritrovato la vita invasa dalla carne viva.

Ecchi dentro

Ehi, sono una tua vecchia compagna di scuola. Ora mi occupo di ortaggi
Ehi, sono una tua vecchia compagna di scuola. Ora mi occupo di ortaggi

Vi sembrerà paradossale ma Sakura Santa raggiunge perfettamente il suo scopo, molto più dei Sakura precedenti. No, non ci sono testi di qualità eccezionale da leggere o sottotrame che meritino di essere approfondite (tutti i contenuti si esauriscono in poche ore), ma almeno c'è una maggiore sincerità di fondo che non porta a fraintendimenti. Sakura Santa è indirizzato agli amanti del disegno erotico giapponese, quelli che magari i testi li saltano e vanno avanti nella visual novel solo per sbloccare i contenuti della galleria degli extra. Risulta anche difficile mettere a confronto un titolo simile con altre visual novel ben più profonde, come Clannad e The Fruit of Grisaia, o con altre meno note come eden* e Ame no Marginal -Rain Marginal- (tanto per fare qualche esempio), viste le diverse ambizioni. Il perché è facile da capire: a parte i soldi, Sakura Santa non pretende nulla e in questo è addirittura apprezzabile. Certo, chiarito il punto, a nostro giudizio dirimente, deve anche essere esplicitato che ci troviamo di fronte a un'opera che complessivamente non aggiunge nulla al genere e che quindi, se non appartenete alla schiera dei fan sfegatati di Winged Clouds e del suo stile, potete tranquillamente evitare, anche a Natale.

Requisiti di Sistema PC

Configurazione di Prova

  • Processore Intel Core i7-4770
  • 16 GB di RAM
  • Scheda video NVIDIA GeForce GTX 960
  • Sistema operativo Windows 10

Requisiti minimi

  • Sistema operativo Windows XP
  • Processore 1.2Ghz
  • Scheda video 1280 x 720
  • DirectX 9.0c
  • 1 GB di RAM
  • Spazio su disco 200 MB

Commento

Digital Delivery Steam
Prezzo 8,49 €
Multiplayer.it

5.0

Lettori (4)

5.6

Il tuo voto

Sakura Santa è una visual novel soft erotica a tema natalizio dai contenuti leggerissimi, che ha come punto di forza la bellezza dei disegni, almeno per chi apprezza il genere. Rimane da capire se valga o meno la pena spendere soldi per un'opera orientata all'ammiccamento e alla masturbazione, più che alla lettura e alla contemplazione. Di nostro possiamo dirvi che nel mondo delle visual novel esiste di molto meglio, anche per chi cerca opere di genere erotico.

PRO

  • I disegni sono belli
  • Non costa moltissimo
CONTRO
  • La storia è un mero pretesto per mostrare tette