Corri, Jill, corri e spara!  22

Capcom rilascia un'altra espansione per Resident Evil 5, che va a completare l'esperienza originale insieme a Incubo Senza Uscita

RECENSIONE di Giorgio Melani   —   08/04/2010

Versione testata: Xbox 360

Dopo l'avvio non troppo convincente di Versus, Capcom sembra aver capito bene come far funzionare al meglio il meccanismo dei DLC, proponendo al pubblico due espansioni in rapida successione che si rivelano delle ottime esperienze di gioco, piuttosto che delle semplici operazioni commerciali. Poco importa se anche in questo caso entrambe sarebbero potute essere inserite tranquillamente nel pacchetto originale, d'altra parte quest'ultimo ha già di per sé una consistenza notevole, e i due episodi rilasciati in maniera staccata hanno in effetti una certa identità specifica che li distacca dal corpo principale del gameplay e dalla narrazione del quinto capitolo.

Incubo Senza Uscita e Una Fuga Disperata, ovvero questo nuovo DLC che andiamo a esaminare, sembrano rappresentare in maniera paradigmatica le due anime di Resident Evil: la prima espansione ha convinto un po' tutti nel suo tentativo di rievocare lo spirito classico della serie, con la sua magione vittoriana da esplorare, il ritmo cadenzato e l'esplorazione cauta tra le stanze decadenti e le ricche suppellettili in disfacimento, mentre il secondo DLC rappresenta bene l'anima più freneticamente action che caratterizza la serie horror negli ultimi due capitoli, con centinaia di nemici tra cui districarsi, esplosioni e fuoco a volontà. Una Fuga Disperata, tra i due, è probabilmente quello che si inserisce meglio nel tessuto di Resident Evil 5, andando a colmare una sezione di storia che rimane contemporanea e parallela rispetto alle azioni di Chris e Sheva e dunque condividendone il background narrativo e lo scenario dove si svolge l'episodio, incastrandosi precisamente nello spazio lasciato dal ritrovamento di Jill alla sua riapparizione nel finale, rendendosi dunque consigliato a chi ha già concluso il gioco principale. Il sistema è il medesimo visto per i DLC "Versus" e "Incubo Senza Uscita": il pacchetto costa 400 Microsoft Points e, una volta scaricato, inserisce un nuovo episodio da giocare all'interno della sezione "Extra" del menù. Le partite (in singolo o cooperativa) si svolgono in singole sessioni al termine delle quali viene conteggiato il punteggio ottenuto e inserito nella classifica online, cosa che ovviamente spinge i più appassionati a cimentarsi più volte nella prova per aumentare il proprio ranking.

Fuga Disperata

Attenzione, se non avete già concluso il gioco evitate di leggere questo paragrafo. Come sintetizza bene il titolo, la storia raccontata in questo episodio mette in scena la fuga di Jill Valentine e Josh Stone verso l'elicottero che li porterà alla salvezza. L'avvio si aggancia precisamente alla cutscene presente nel gioco principale alla fine dello scontro che vede fronteggiarsi Chris e Sheva da una parte e una Jill Valentine (vittima di manipolazioni psico-fisiche da parte della Tricell) e Wesker dall'altra. Dopo il toccante momento che vede Jill rinsavirsi e chiarire la sua situazione di fronte ai due protagonisti di Resident Evil 5, questi ripartono per la loro missione lasciando la giovane neo-bionda combattente al suo destino, per poi incontrarla di nuovo nel finale: che cosa le è accaduto nel frattempo? Questa espansione risponde alla domanda, mostrando come Jill venga recuperata dal BSAA Josh Stone e inizi con lui una "fuga disperata" - per l'appunto - verso la salvezza. In linea con il tema rappresentato, in questa nuova sezione di gioco non c'è molto tempo per l'esplorazione, i dialoghi e la soluzione di enigmi: Josh e Jill si ritrovano da soli a dover percorrere una buona quantità di strada, assaltati da un numero soverchiante di nemici all'interno di zone per lo più aperte, dove le minacce arrivano da ogni lato.

Sembra una sorta di gara "endurance", con i nemici che assaltano continuamente e a ondate, attaccando corpo a corpo o a lungo raggio, con frequenti comparsate dei mostri più ostici a complicare ulteriormente la situazione. L'azione è dunque spinta al parossismo, incessante e adrenalinica, con la storia appiattita sull'unico imperativo di raggiungere il punto di ritrovo con la squadra di Josh, e possibilmente arrivarci tutti d'un pezzo. Il livello di sfida è qui molto alto anche al livello Normale, richiedendo strategie semplici e ben congegnate per cercare di smaltire la quantità industriale di nemici che circondano i protagonisti, possibilmente sfruttando a proprio vantaggio gli elementi dello scenario come i soliti barili esplosivi o incendiari. Per questo motivo, è fortemente consigliato affrontare Una Fuga Disperata in due, ovvero in modalità cooperativa con un compagno, con il quale elaborare le tattiche di attacco e agire in maniera più coordinata di quanto possa mai accadere con il supporto dell'IA.

Obiettivi Xbox 360

Anche questo DLC porta con sé 5 obiettivi sbloccabili, per un totale di 100 Gamerpoints da aggiungere alla propria tag. Tre di questi si conquistano finendo l'episodio in varii livelli di difficoltà, mentre gli altri due sono legati a particolari risultati da raggiungere durante la singola partita.

Corri e spara

Rispetto a Incubo Senza Uscita, il lavoro effettuato da Capcom sembra essere stato più semplice con questo DLC. Non ci sono particolari introduzioni sul piano della trama, né colpi di scena studiati per proporre nuovi approfondimenti sul background storico, a dire il vero il supporto narrativo si limita a pochi dialoghi inseriti in mezzo alle fasi d'azione che si succedono senza soluzione di continuità. Anche per quanto riguarda le ambientazioni scelte, si tratta degli elementi forse più anonimi nel repertorio degli scenari proposti dal quinto capitolo, con basi fortificate, strutture pseudo-portuali e brevi sessioni al chiuso, ma siamo ben lontani dalla portata del comparto grafico presente nel DLC scorso. D'altra parte gli enigmi sono praticamente assenti, mentre gli unici elementi che spingono all'esplorazione sono i diversi percorsi che si aprono all'interno di ogni macro-stanza dove si svolgono gli scontri, che possono portare alla scoperta di armi aggiuntive, di punti extra e dei soliti emblemi nascosti da colpire, stavolta in effetti più difficili da scovare rispetto all'episodio aggiuntivo precedente. Il comparto audio e quello grafico sono ovviamente derivati da quelli presenti nel gioco principale, ma c'è qui da registrare una certa piattezza nella scelta degli scenari e nelle situazioni di gioco, che si differenziano tra loro sostanzialmente solo sul progressivo aumento dei nemici presenti su schermo e sulla loro resistenza agli attacchi. Come il precedente pacchetto scaricabile, anche questo arriva con due nuovi personaggi per affrontare la modalità "Mercenari a Raccolta", stavolta proponendo due vecchie conoscenze nella mitologia di Resident Evil: Barry Burton e Rebecca Chambers, utilizzabili all'interno degli scenari preimpostati per l'opzione in questione.

Scarica il Video

Multiplayer.it

7.5

Lettori (10)

7.7

Il tuo voto

La Fuga Disperata di Jill e Josh aggiunge una buona dose d'azione per tutti coloro che sentono la mancanza degli scontri a fuoco più serrati in Resident Evil 5. Mentre il precedente DLC sembrava voler riconquistare i fan storici della serie, con il suo ritorno alle ambientazioni originali e al ritmo compassato dei primi capitoli, con questa espansione Capcom vuole invece ribadire la nuova strada intrapresa dalla serie, proponendo una serie interminabile di scontri in rapida successione, con quantità di pallottole sparate degna di un film di Rambo. C'è tutta l'adrenalina e il divertimento che l'azione serrata di Resident Evil 5 sa offrire, ma la relativa piattezza del level design e della storia su cui l'episodio si impianta rendono questo DLC alquanto inferiore, qualitativamente, rispetto a Incubo Senza Uscita. Si tratta comunque di un'onesta e divertente aggiunta ad un gioco di alto livello.

PRO

  • Adrenalinico e divertente
  • Prezzo onesto
  • La struttura è buona, come si sa

CONTRO

  • C'è solo da sparare
  • Ambientazioni poco ispirate
  • Puttosto breve