Alexa: Episode 2  0

Dopo "Alexa: Deadly Agent", pubblicato lo scorso anno, l'agente segreto Alexa parte per una nuova missione. L'obiettivo è sempre lo stesso: sgominare un'organizzazione terroristica, infiltrandosi senza farsi notare ed eliminandone i componenti uno ad uno. Questo significa esplorare una serie di location, liberarsi di tutti i nemici presenti e fare molta attenzione alle trappole...

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   04/04/2008

Tra gli action game più interessanti in ambito mobile, spiccano quelli che hanno preso in prestito la struttura del famoso Flashback, il capolavoro sviluppato da Delphine Software nel 1992. Si tratta di un'impostazione che vede gli stage divisi in varie "schermate", con un certo numero di nemici e/o di ostacoli, da "risolvere" come se si trattasse di un puzzle game. Alexa si affida a uno scrolling classico per aggiungere dinamismo all'azione, ma i riferimenti al titolo Delphine sono lampanti per quanto concerne il movimento del personaggio, i salti, la gestione delle piattaforme e delle armi.

Dalla schermata di avvio possiamo accedere all'unica modalità disponibile, che vede appunto Alexa assoldata per sgominare un potente gruppo terroristico. La nostra dovrà aggirarsi all'interno di una serie di stage, individuare i nemici ed eliminarli uno alla volta, evitando le trappole e cercando di svolgere il proprio lavoro in silenzio, senza essere avvistata. Il gioco è organizzato in modo che ogni livello costituisca una sfida breve, da affrontare in qualsiasi momento, nel rispetto di una delle peculiarità dei videogame per cellulare. Questo non significa che manchi lo spessore, però: Alexa può eseguire un gran numero di azioni e dispone di un arsenale di tutto rispetto, che influenza fortemente il nostro modo di approcciare gli avversari. Affrontare un nemico a viso aperto spesso si traduce nella perdita di parte della nostra energia vitale, dunque si può anche procedere silenziosamente e prenderlo alla sprovvista. Tra i nostri gadget, infatti, figura un occultatore che ci rende invisibili per un breve periodo di tempo e che ci permette di effettuare delle uccisioni senza fare rumore: una volta raggiunto il nemico, Alexa si produce in una serie di colpi letali per metterlo KO. La gestione delle armi è semplice, con un tasto deputato alla loro selezione, e ci si può muovere all'interno degli stage con una certa agilità, complice un sistema di controllo che risponde prontamente agli input. La presenza delle trappole (mine, in particolare) e di appigli aggiunge ulteriore varietà al gameplay, visto che potremo appenderci al soffitto e procedere senza toccare il pavimento.

La protagonista è ben disegnata, pur essendo tutt'altro che sensuale, e possiede un'animazione discreta. Ci sono giochi dalla struttura estremamente simile, ad esempio Cyberpunk: The Arasaka's Plot o la trasposizione di Turok, che però vantano una grafica decisamente migliore, più curata soprattutto sotto il profilo delle animazioni. Gli avversari sono quasi tutti identici esteticamente, mentre le location vantano un buon livello di dettaglio. Purtroppo c'è un solo livello di scrolling, e il comparto sonoro come al solito non brilla per qualità. C'è anche da dire, infine, che tecnicamente questo Episode 2 è quasi identico a Deadly Agent, dunque gli sviluppatori non si sono sprecati più di tanto e hanno pensato, più che altro, di realizzare un semplice "more of the same" sotto tutti i punti di vista. Niente da dire sul sistema di controllo, infine: semplice, immediato, risponde prontamente ai comandi.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Alexa: Episode 2 è un buon action game, forte di una struttura che finora ha contraddistinto capolavori assoluti (Flashback, Another World) e ottimi titoli (Black Thorne), già utilizzata in ambito mobile con successo da più team di sviluppatori. L'impostazione del gioco, con dei livelli piuttosto brevi, va incontro alle esigenze di chi può utilizzare i videogame sul proprio cellulare solo durante le pause, occasionalmente; ma non disdegna un certo spessore, dato dalla presenza di numerose armi differenti, nonché della capacità del personaggio di rendersi invisibile per poter eliminare silenziosamente i propri avversari. Unica, grande tegola: le differenze rispetto al primo episodio della serie, uscito lo scorso anno, praticamente non esistono. Se vi è piaciuto molto Alexa: Deadly Agent e vorreste ripetere l'esperienza, in definitiva, non fatevi scappare questo Episode 2.

PRO

CONTRO

PRO

  • Buon impianto di gioco
  • Dotato di un certo spessore
  • Tecnicamente discreto...

CONTRO

  • ...ma si è visto di molto meglio
  • Identico all'episodio precedente
  • Pensato per una fruizione rapida