Anteprima di Star Wars: Galaxies  0

RECENSIONE di La Redazione  —   27/12/2001

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Tanto tempo fa in una galassia lontana, lontana ….

Come ogni MMORPG che si rispetti in tutto il mondo saranno disponibili molti server a cui collegarsi, ognuno sarà una galassia a se stante (da questo il titolo Galaxies), indipendente dalle altre. Sono previste versioni localizzate del gioco, ma non preoccupatevi sull’eventuale incompatibilità delle varie versioni, infatti alla LucasArts ci rassicurano che sarà possibile collegarci a qualsiasi server disponibile sulla rete mondiale.
Il gioco sarà in puro 3D, con visuale, a scelta del giocatore, in prima persona o da dietro le spalle. Il motore non è quello di EverQuest mutuato per l’occasione, ma è stato creato da zero appositamente per SGW che sarà in grado di gestire modelli molto dettagliati in spazi aperti. Verrà implementato un sistema per la gestione degli effetti atmosferici molto sofisticata, che andrà ad influire direttamente sullo svolgersi del gioco, modificando la libertà di movimento, l’abilità nei combattimenti, limitando la visibilità e arrecando danni a personaggi non adeguatamente protetti (quindi miei cari Jedi ricordatevi di mettere la sciarpa quando andate in giro per Hoth!!).
Nonostante questo la richiesta in termini di hardware, rassicurano gli sviluppatori, sarà medio-bassa relativamente al periodo di uscita, si parla quindi di macchie di fascia bassa per la fine del 2002.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Livelli o abilità?

Il sistema di gestione dei personaggi che è stato scelto sarà basato su una serie di abilità e caratteristiche. Non ci saranno classi da cui scegliere, ma l’opportuna combinazione di questi due fattori permetterà di avere un personaggio equilibrato e corrispondente al proprio stile di gioco e di interpretazione. Avremo tre caratteristiche fondamentali (Salute, Azione e Mente) e sei attributi secondari (Forza, Costituzione, Agilità, Stamina, Concentrazione e Forza di Volontà), che si basano sulle prime tre. Le abilità, o skill, inizialmente saranno molto limitate e solo con il progredire del gioco, e l’acquisizione di esperienza, quantificata in punti (il cui numero è limitato) da poter “spendere”, il nostro personaggio potrà crescere, specializzarsi in una professione e ampliare le proprie capacità.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Livelli o abilità?

E’ stato ideato un sistema ad albero, diviso in settori a seconda della area di utilizzo della singola abilità, che tocca ad esempio quelle combattive, lavorative e politiche. Migliorando le proprie conoscenze in un determinato campo si avrà accesso a nuove abilità in cui specializzarsi. Ogni abilità richiederà dei prerequisiti, che potranno essere: altre abilità, una combinazione di esse (anche appartenenti ad altri rami), il raggiungimento di un particolare livello di conoscenza in una specifica skill, il completamento di alcune missioni (che saranno generate dal sistema stesso e dai giocatori), soldi, un determinato livello negli attributi, l’appartenenza o meno ad una fazione, gilda, o (in rari casi) una razza.
Ma niente è deciso, nel caso cambiaste idea e, una volta raggiunto un certo livello in campo che scoprite non essere fatto per voi, voleste intraprendere un’altra via non vi sono problemi: potete riscuotere i punti spesi fino a quel momento e impiegarli in un'altra direzione più interessante. Sarà anche possibile seguire più percorsi, e apprendere conoscenze appartenenti a campi molto diversi tra loro.
Poiché più si scala l’albero, più aumenta il costo per una singola abilità, nel caso si decida di diventare competenti in più rami i punti da spendere si esauriranno molto più velocemente. Tutto ciò porterà ad una difficile scelta: eccellere in un paio di discipline o accontentarsi di sapersela cavare un po’ in tutto? Che ogni giocatore segua la propria strada!

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Crea il tuo alter ego

Alla Verant, hanno portato particolare attenzione alla personalizzazione del proprio personaggio. Inizialmente avremo a disposizione ben otto specie diverse da impersonare: i buffi Rodiani, gli anfibi Mon Calimari, i bizzarri Twi'lek, i soliti Umani, i rettili Trandoshen, i lupeschi Bothan, i misteriosi e inquietanti Zabrak, e infine i pelosi Wookiees. Ogni specie avrà i suoi bonus e malus sulle caratteristiche del personaggio, ma non ci saranno restrizioni (se non in rarissimi casi) per quanto riguarda le singole abilità, in modo da garantire la massima libertà di scelta nell’intraprendere una carriera.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Crea il tuo alter ego

Saranno presenti anche svariate razze all’interno della stessa specie, distinguibili l’una dalle altre grazie ai diversi tratti somatici e colorazione della pelle/pelliccia. Se questo non fosse abbastanza potremo scegliere oltre al sesso, il colore e taglio dei capelli, colore e forma degli occhi, altezza, peso, lunghezza del naso, forma del mento, presenza di pelo sul viso, forma e quantità delle corna, tatuaggi e molto altro. Di sicuro questo renderà molto difficile incontrare due personaggi esattamente identici, e aiuterà moltissimo nel riconoscere i propri amici, anche perché si sta ancora discutendo se nel gioco renderanno visibile il nome del personaggio o meno!!!!
Avremo anche la possibilità di scrivere il background del nostro personaggio, che sarà visibile a piacere dagli altri giocatori, in modo da differenziarci non solo esteticamente, ma dando un passato e uno spessore al nostro alter ego.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Un Impero diviso

Inizieremo la nostra avventura durante la Guerra Civile Galattica, quindi nel mezzo della Trilogia Classica, subito dopo la distruzione da parte dei Ribelli della prima Morte Nera e la Battaglia di Yavin, alla fine di “Guerre Stellari: Una Nuova Speranza”. Per rendere il mondo solido e convincente saranno attinti vari elementi da tutto l’universo di Star Wars, quindi non solo i 5 film attualmente prodotti (ebbene sì, loro posso già accedere al materiale riguardante Episodio II!! Che invidia!!), ma anche tutti i romanzi, fumetti, manuali e giochi di ruolo che in tutti questi anni hanno espanso e reso completo questo mondo. Non è ancora chiaro se la storia nel gioco si svilupperà attraverso i film, e quindi se potremo prender parte alla Battaglia di Hoth piuttosto che la distruzione della seconda Morte Nera, ma la continuità sarà rispettata. Di sicuro si potranno visitare luoghi che abbiamo imparato a conoscere visionando la Trilogia, interagire con personaggi che abbiamo ammirato sullo schermo.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Un Impero diviso

Per far questo avremo però bisogno di spostarci da un pianeta all’altro, e poiché almeno inizialmente non avremo a disposizione mezzi proprio per i viaggi interstellari, dovremo usare i mezzi pubblici, come shuttle e navi mercantili, che troveremo presso gli spazioporti.
I viaggi, a seconda della distanza tra un pianeta e l’altro, potranno durare alcuni minuti, e per raggiungere alcuni pianeti potrà essere necessario addirittura fare scalo su altri spazioporti!! Durante i viaggi avremo a disposizione delle sottomissioni, slegate dalla continuità, per coprire questi minuti, altrimenti noiosi.
Ogni pianeta avrà le sue caratteristiche, non solo geologiche, spaziali o climatiche, ma differenzieranno anche nella diversa presenza di forze in campo. Ad esempio a Tatooine i criminali e contrabbandieri la farno da padroni, anche se saranno preseti le altre fazioni, come persino su un pianeta con una massiccia presenza di forze Imperiali si potranno trovare tracce dei Ribelli. Questo oltre a equilibrare le tre fazioni, permetterà a qualsiasi giocatore di esplorare tutta la galassia in relativa tranquillità. Viaggiando da un pianeta all’atro avremo la possibilità di incontrare moltissime specie aliene, di cui noi potremo impersonare, almeno inizialmente, solo 8.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Siamo all’apice della Guerra Civile Galattica

Tre saranno le principali fazioni in gioco: Impero, Alleanza Ribelle e gli Hutt. Il giocatore potrà scegliere liberamente se e a quale di questi schieramenti appartenere, dichiarando inizialmente si essere solo simpatizzante e col tempo diventandone a tutti gli effetti un membro attivo. Un sistema basato su appositi punti fazione, che si conquisteranno ad esempio portando a termine determinate missioni, influenzerà i rapporti tra i vari personaggi che siano o no giocanti. Almeno in un primo momento (anche per favorire il Player Versus Player) è previsto che chi si schiererà con gli Hutt sarà riconosciuto come nemico dalle altre due fazioni.
Trovandoci immersi in un periodo di conflitti galattici si potrebbe erroneamente pensare che Star Wars: Galaxies sia orientato verso il combattimento, ma l’attenzione del giocatore sarà portata sull’esplorazione, la crescita del proprio personaggio, il lavoro in comunità, il commercio e la politica. Ovviamente l’azione sarà presente, e per cercare di assicurare il divertimento a tutti il PVP sarà regolamentato a seconda dell’area in cui ci troveremo.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Siamo all’apice della Guerra Civile Galattica

Le zone saranno divise in: sicura, selvaggia e di tregua. Nel primo caso ogni tipo di aggressione sarà impedita, solo il PVP concordato da entrambe le parti e la difesa verso NPC verranno permessi. Nella zona selvaggia si correrà il rischio di essere attaccati, nonostante per l’aggressore siano previste delle penalità, a meno che non si tratti di un duello consenziente. Le zone di tregua saranno sicure e prive di ogni tipo di combattimento.
Quando durante un combattimento, o usando armi ad area (ad esempio bombe o armi a raffica), un personaggio raggiungerà il valore 0 di salute non morirà automaticamente, ma sarà necessario un colpo fatale, per evitare morti accidentali. Inoltre stanno studiando un sistema per assicurare gli oggetti, ovvero fare in modo che, una volta morti, alcuni oggetti che ci portiamo dietro restino in nostro possesso una volta tornati in vita, e che quindi non possono essere rubati da chi perquisisce il nostro cadavere.
Oltre a questo si cercherà di limitare i combattimenti solo tra fazioni avverse (ad esempio Impero contro Alleanza Ribelle), assegnando grosse penalità in caso di attacco di personaggi neutrali o amici, anche per arginare il triste fenomeno del playerkilling.
Volendo rendere i momenti di azione eccitanti e realistici saranno implementate molteplici e specifiche mosse a seconda della specie di appartenenza e della propria abilità nella lotta, ognuna con diversa efficacia nell’attacco o nella difesa. I nemici (NPC) una volta uccisi non rinasceranno, ma al loro posto, a seconda dei casi, troveremo esseri diversi per razza, aspetto e abilità.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Da grande sarò un Jedi!!

La carriera da Jedi è senz’altro la più interessante tra tutte, e di gran lunga la maggior attrattiva di un titolo come Star Wars: Galaxies. Potremo diventare allievi di un Maestro Jedi che ci guiderà attraverso le “Prove Jedi” per raggiungere il titolo di Cavaliere, e chissà, forse un giorno anche di Maestro!! I poteri saranno organizzati, similmente alle abilità, in “sfere” che racchiuderanno al loro interno i diversi poteri. Un Jedi che si rispetti ha sempre con se la sua inseparabile spada laser, che dovremo costruire con le nostre mani. Non sarà un compito facile, ma con un po’ di aiuto e la Forza dalla nostra riusciremo ad avere una spada, anche con lama doppia (come quella di Darth Maul), di molteplici colori. La spada in se non aumenterà le nostre capacità, ma con lei saremo in grado di compiere azioni prima impossibili (come deviare i colpi di blaster!). Ma state attenti che il potere della forza non vi corrompa, altrimenti potrete decadere in un …. Jedi Oscuro!!!
So che molti di voi vorrebbero appartenere subito al lato Oscuro della Forza, ma prima dovrete fare i bravi e diventare dei giusti Cavalieri Jedi, farvi traviare da un Jedi Oscuro, e infine diventare Jedi decaduti e intraprendere un cammino che potrebbe portarvi a sedere vicino a Darth Vader!!!

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Da grande sarò un Jedi!!

Un’Espansione Spaziale!!
Ancora non è uscito il gioco “base”, che già si parla delle future espansioni. La prima di queste dovrebbe essere la “Space Expansion”, che si annuncia a dir poco impedibile! Infatti prevede l’introduzione di astronavi e caccia interstellari che permetteranno di spostarsi attraverso i sistemi stellari, provare l’ebrezza del salto nell’hyperspazio e di ingaggiare epici duelli spaziali!
Tutto questo premette anche l’introduzione di nuovi pianeti da esplorare e colonizzare, nuove razze da impersonare, nuovi personaggi NPC con cui interagire, nuove creature e molti altri elementi, per rendere più coinvolgente e completa la nostra esperienza nel mondo di Skywalker e Han Solo.
Per poterla installare dovremo aspettare almeno 6 mesi dall’uscita di Star Wars: Galaxies.
Che la Forza sia con voi!!

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Da grande sarò un Jedi!!



Data di uscita: seconda metà 2002

Siti: StarWars: Galaxies Lucas Arts

Genere: MMORPG

Piattaforma: PC

Sviluppatori: Sony Online Entertainment / LucasArts Entertainment Company

Tanto tempo fa in una galassia lontana, lontana ….

… il sogno di ogni fan di Star Wars sta per diventare realtà: La Sony Online Entertainment e la LucasArts sono al lavoro su Star Wars: Galaxies, il primo MMORPG ambientato nel fantastico mondo di Guerre Stellari!
Dietro a questo progetto troviamo la Verant Interactive, gli stessi sviluppatori che in passato hanno collaborato alla creazione di due dei più importanti “massively multiplayer online roleplaying game”: Ultima On Line, il papà di questo genere, e EverQuest, che ha introdotto un vero mondo 3D. Tutto ciò unito alla qualità dei prodotti alla quale la LucasArts ha abituato in tanti anni tutti i suoi fan, preannunciano un capolavoro.