Kroll  0

Presentato per la prima volta al WWDC 2008 al Moscone Convention Center di San Francisco, Kroll è stato una delle punte di diamante nella dimostrazione delle capacità tecniche di iPhone per quanto riguarda il mobile gaming. Ora che finalmente il gioco è disponibile sull'App Store, vediamo se è stato in grado di mantenere le promesse...

RECENSIONE di Andrea Palmisano   —   01/10/2008

Kroll è stato sviluppato da Digital Legends, team non molto famoso e il cui progetto di maggior peso è stato il picchiaduro One per il primo N-Gage; questo debutto per iPhone ha quindi rappresentato di certo un momento molto importante, una sorta di salto di qualità tramite il quale potersi affermare nel mercato videoludico. Missione compiuta? Purtroppo la risposta è no, anche se in ogni caso Kroll è un prodotto che non mancherà certamente di far discutere all'interno della community di possessori dello smarphone di Apple. Il protagonista è una sorta di guerriero di nome Delon, che sospinto da un banale intreccio narrativo deve farsi largo tra livelli infestati di nemici fino a raggiungere l'antieroe del caso. In sintesi, la meccanica è fondamentalmente quella di un picchiaduro a scorrimento, nè più ne meno; e proprio la semplicità del game design lascia fin da subito interdetti soprattutto in ricordo del famoso filmato della WWDC 2008, in cui al contrario il dinamismo e varietà dell'azione facevano assomigliare il progetto a qualcosa di vicino ad un Prince of Persia. Al contrario lo sviluppo ha invece determinato un notevole passo indietro in tal senso, fino a rendere Kroll un banale beat'em up piatto ed estremamente noioso già dopo pochi minuti. L'interfaccia si poggia su 6 icone, 3 ad ognuno dei lati dello schermo (con l'iPhone impugnato in orizzontale); quella più in basso permette di far correre il protagonista a sinistra o a destra, quella centrale è delegata al colpo debole e veloce mentre quella in alto a quello forte e lento. Oltre alla barra dell'energia ne è presente anche una aggiuntiva, che si carica eliminando gli avversari e che permette di liberare un poco scenografico e non molto efficace attacco speciale scuotendo il device.

Il problema principale di Kroll è senza dubbio la ripetitività dell'azione che viene determinata dalla piattezza del gameplay studiato da Digital Legends; tutto ciò che bisogna fare è infatti procedere verso destra eliminando ondate di nemici sempre nella stessa maniera, alternando cioè i due attacchi in base alle caratteristiche del mostro da far fuori. Tutto qua; il risultato è quindi davvero poco appagante, e di certo non aiuta la scarsissima varietà nel tipo di avversari presenti che si possono contare davvero sulle dita di una mano. Inquietante è la mancanza di un tasto per la difesa o per qualsivoglia manovra evasiva; combattendo contro le creature più forti è infatti semplicemente impossibile evitare di subire dei danni, il che appare francamente ridicolo per un gioco che appare a fine 2008. E anche gli elementi base di questo genere di prodotti, come ad esempio armi diverse o bonus da raccogliere sono completamente assenti, prosciugando ulteriormente la meccanica di ogni possibile profondità. Uniche variazioni sul tema sono gli scontri coi boss di fine capitolo, i quali adottano il collaudato metodo dei quick time events; in pratica, il combattimento avviene in automatico, con il giocatore che deve solamente premere dei simboli che compaiono sullo schermo per poter ottenere la vittoria. Come se non bastasse, la produzione di Digital Legends ridefinisce il concetto di brevità; i 3 capitoli disponibili si possono portare a termine in mezz'ora, e non esiste nessun tipo di incentivo a rigiocarlo eccezion fatta per i tre livelli di difficoltà presenti; manca del tutto anche un finale, il che conferma ulteriormente il già sicuro secondo episodio. Dove invece c'è davvero poco da criticare è nella componente tecnica, che porta Kroll senza dubbio ai vertici della categoria; graficamente si tratta di un prodotto semplicemente spettacolare, che negli 80 Mb abbondanti in cui è racchiuso porta con sè ambientazioni 3d splendide, ricche di dettagli e animate, con texture di grande qualità e animazioni più che buone. Anche il sonoro convince, con musiche ed effetti appropriati.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Kroll purtroppo è una grossa e cocente delusione. Del concept video ammirato al WWDC 2008 è rimasto ben poco, trasformando così un interessante action game in un piattissimo e ripetitivo beat'em up a scorrimento che non diverte e difetta ingenuamente in parecchi aspetti che sono alla base del gameplay di questo genere di videogiochi. I 5,99 euro appaiono quindi ingiustificati, a maggior ragione di fronte alla ridicola longevità complessiva che porta a terminare l'avventura in meno di mezz'ora. Una grafica superlativa non può essere quindi sufficiente a trasformare una tech demo in un titolo che valga la pena acquistare.

PRO

CONTRO

PRO

  • Tecnicamente ottimo
  • Nient'altro da segnalare...

CONTRO

  • Giocabilità ingenua e fallata
  • Longevità ridicola
  • Prezzo troppo elevato