Sonic the Hedgehog 2: Dash!  0

Dopo aver realizzato la versione mobile del primo Sonic the Hedgeog in due parti, Glu si affida ancora una volta al team Rockpool Games per lo sviluppo di un nuovo titolo su licenza SEGA: si tratta di Sonic the Hedgehog 2: Dash!, ovvero una versione "remixata" del secondo episodio della serie con protagonista il porcospino più veloce del mondo. Siete pronti a correre?

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   30/04/2008

Creato da SEGA nel 1993 come risposta a Mario, quale personaggio più rappresentativo di casa Nintendo, Sonic ha esordito su MegaDrive con un platform frenetico e velocissimo, stabilendo nuovi standard per il genere. Caratterizzato da una grafica brillante e coloratissima, ma soprattutto da lunghe sessioni di corsa supersonica, il gioco ha contribuito in modo importante alle vendite delle console SEGA e ha prodotto un numero incredibile di sequel e spin-off. Come da tradizione, oltre al protagonista sono stati introdotti numerosi personaggi di contorno, tutti dotati di caratteristiche peculiari, nonché una nemesi sempre presente, nella persona dello scienziato pazzo Dr. Robotnik (o "Eggman", che dir si voglia). Con il passaggio alla grafica poligonale, e ancor più a un ambito effettivamente tridimensionale, la serie ha cercato di mantenere i propri punti di forza, con risultati non sempre esaltanti, ma ha avuto il merito di rinnovarsi tanto da essere ancora presente sugli attuali sistemi da gioco... cellulari inclusi.

Sonic the Hedgehog 2: Dash! arriva dopo la conversione (realizzata in due parti) del primo episodio della serie, ad opera dello stesso team di sviluppatori. Il lavoro svolto fin qui è stato ottimo, del resto bastava effettuare una serie di scelte intelligenti perché la qualità del gioco originale si facesse sentire. Così come Sonic 2 su MegaDrive riprendeva struttura e gameplay di Sonic, allo stesso modo il nuovo titolo pubblicato da Glu ripropone quanto già visto nelle due precedenti trasposizioni. È un male? Difficile dirlo, del resto ci sono videogame che sono andati avanti per anni proponendo sostanzialmente le stesse cose e raccogliendo consensi a ogni update. In questo caso specifico, abbiamo a disposizione un'unica modalità di gioco, che in seguito ci permette di riprendere la partita iniziando dall'ultimo stage raggiunto, anziché introdurre un sistema di salvataggio storicamente poco consono alla serie. Potremo utilizzare inizialmente il solo Sonic, successivamente anche Tails, per esplorare una serie di location piene zeppe di anelli e potenziamenti da raccogliere, ma anche di nemici e trappole di vario tipo. Il nostro personaggio può correre molto velocemente, saltare e caricare un attacco rotante. Sono tutte abilità che dovremo gestire nel migliore dei modi, sia nell'ottica dei combattimenti (anche con i boss) sia per scoprire tutte le zone segrete degli stage. Per quanto concerne il sistema di controllo, è stata mantenuta l'impostazione adottata finora, che però non manca di sollevare alcuni dubbi: il joystick è deputato al movimento di Sonic, ma anche al salto, mente il pulsante 5 serve unicamente per caricare lo spinning attack. Una scelta quantomeno opinabile, visto che assegnare il salto al tasto 5 avrebbe potuto rendere le cose molto più semplici per chi possiede cellulari dotati di un sistema di controllo scadente quanto a praticità e sensibilità.

Sotto il profilo della realizzazione tecnica, questa conversione si comporta bene, anche se sarebbe stato possibile fare di più. Gli sprite sono quelli originali, con animazioni riprese praticamente in toto e dunque senza particolari tagli. Stesso dicasi per le ambientazioni, caratterizzate da un ottimo uso dei colori e dal design tipico della serie, con sezioni veloci che si contrappongono a zone più lente e ragionate. Quello che fa un po' storcere il naso è la scarsa fluidità dello scrolling: non sappiamo se si è trattato di una necessità tecnica, vista la velocità che si raggiunge in alcune fasi, ma il risultato finale non regge il confronto con altri titoli prodotti da Glu (molto meno veloci, però). Il comparto audio fa bella mostra delle musiche originali, molto orecchiabili e simpatiche, dotate oltretutto di un volume regolabile in modo indipendente.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Sonic the Hedgehog 2: Dash! è un gioco molto divertente, realizzato con cura e nel rispetto dell'originale uscito per MegaDrive. Il gameplay è semplice e immediato, ci sono le classiche fasi di corsa frenetica ma anche un gran numero di segreti da scoprire e di avversari da sconfiggere. La possibilità di rigiocare i livelli utilizzando Tails, infine, rappresenta un extra davvero gradito. Un'altra ottima conversione, dunque, che pecca solo nella scarsa fluidità dello scrolling (ma bisogna pur sempre vedere se era possibile fare di meglio, vista la velocità a cui talvolta scorre la grafica) e in un sistema di controllo che si rivela fin dall'inizio buono ma che poteva essere ottimo. Vivamente consigliato, a nostalgici e non.

PRO

CONTRO

PRO

  • È Sonic
  • Giocabile e divertente
  • Grafica e sonoro fedeli all'originale

CONTRO

  • Scrolling poco fluido
  • Il sistema di controllo poteva essere migliore
  • Molto simile agli episodi già disponibili