L'assassino è morto 0

Riuscirà Suda51 a farsi perdonare per Lollipop Chainsaw? Lo sapremo tra pochi mesi...

ANTEPRIMA di Christian Colli   —   28/01/2013

Famoso sopratutto per lo stile assolutamente eccentrico, il visionario Goichi Suda, meglio noto come Suda51, è uno dei personaggi di spicco nel panorama videoludico contemporaneo. Non tutte le sue ciambelle riescono col buco, però.

Il recente Lollipop Chainsaw, ad esempio, ci ha un po' deluso: poteva essere meglio e, sopratutto, più lungo. Ma tutti i titoli firmati Grasshopper Manufacture hanno sempre quella marcia in più che riesce a dividere il pubblico e la critica: è difficile avere un parere neutrale, c'è chi li ama e chi li odia, chi ha adorato No More Heroes e chi gli ha preferito Killer7 o viceversa. Adesso Suda51 ci propone un altro spaccato di esilarante assurdità in salsa neo-noir: i dettagli scarseggiano, ma il trailer rilasciato qualche giorno fa ci da già qualche idea su cosa aspettarsi...

Kill Mondo

Il protagonista di Killer is Dead si presenta alla fine del trailer: si chiama Mondo Zappa, è un assassino e, anche se non ce lo dice chiaramente, appare chiaro che è anche un cyborg. È chiaro perché il braccio sinistro è completamente o in parte bionico, e durante i due minuti di trailer lo usa per crivellare i suoi bersagli a distanza, in un trionfo di sangue e morte. Mondo Zappa, che vince il premio per il nome più ridicolo del 2013, sembrerebbe in qualche modo consapevole di essere il protagonista di un videogioco: sfonda la quarta parete, e ci anticipa la prossima "puntata".

"Una cosa è sicura, questa è una storia di amore e assassinio"; criptico quanto basta per incuriosirci e farci riflettere un po'. C'è una storia d'amore, nella trama di Killer is Dead? Magari c'entra qualcosa la bella bionda con cui Mondo sta consumando una specie di amplesso all'inizio del trailer? I comprimari, o antagonisti, di Mondo sembrano uno più assurdo dell'altro, a cominciare da quella specie di scienziato pazzo che assomiglia a Skeletor e che sostiene di non avere più bisogno di un corpo di carne. Sembrerebbe, quindi, che Mondo non sia l'unico cyborg nel gioco, e che questa tecnologia non sia neanche poi così rara. I nemici che Mondo combatte non sono del tutto umani, è evidente. Di sicuro non lo è quell'enorme gorillone che vuole fargli la pelle. E sul finale del trailer, vediamo una donna, che Mondo stesso definisce "dalle mani diaboliche", con così tante braccia da fare invidia alla dea Kalì. Il mondo di, ehm, Mondo, a metà strada tra un anime giapponese e un film noir, prende vita grazie a uno stile grafico in cel-shading, sporco e affilato, che lo carica di personalità e carattere. Le bizzarrie, comunque, non finiscono qui.

Sangue e acciaio

Ci troviamo sicuramente di fronte alla logica evoluzione della tecnica che Grasshopper ha maturato nel corso degli anni, e in questo senso Killer is Dead sembra essere il degno seguito spirituale di Killer7. Quasi come a voler sottolineare l'atipicità del gioco, il trailer scorre sulle note della Nona Sinfonia di Antonín Dvořák, che invece di risultare fuori luogo riesce invece a conferire una potente epicità alle immagini mostrate.

Tra vicoli cittadini, villaggi che sembrano uscire da un libro di storia giapponese e interni riccamente decorati, vediamo Mondo piroettare tra un nemico e l'altro, facendo fuoco con il braccio bionico e affettando qualunque cosa entri nel suo raggio d'azione con un'affilata katana che sembrerebbe percorsa da una corrente elettrica. Che sia possibile modificare l'arma, cambiandone attributi e capacità? Se ci soffermiamo a guardare meglio le stesse sequenze in cui Mondo usa la katana, notiamo anche che nel momento in cui sferra il colpo di grazia al nemico, mutilandolo, tagliandolo in due o decapitandolo, l'azione sembra rallentare mentre lui scatta in avanti, lasciandosi alle spalle un'immagine residua. Questa particolare animazione, nella fattispecie, farebbe pensare a una sorta di meccanica che permette appunto di trucidare i nemici in modo particolarmente spettacolare, magari a mo' di contrattacco o "fatality". Come abbiamo detto, sono tutte congetture. Per saperne di più su questo action-game sconsigliato ai deboli di stomaco non dovremo aspettare molto tempo: l'uscita multipiattaforma di Killer is Dead è prevista per la prossima estate. Solo a quel punto scopriremo se Suda51 ha per le mani il miglior titolo della sua carriera.

CERTEZZE

  • Più longevo di Lollipop Chainsaw
  • Suda51 a tutto gas

DUBBI

  • Gameplay tutto da verificare
  • Trama al limite della follia