A tutto vapore

L'annuncio più importante dell'E3 per Nintendo 3DS è il nuovo strategico di Intelligent Systems

ANTEPRIMA di Andrea Palmisano   —   12/06/2014
36

Sebbene sia stato in questo E3 temporaneamente messo in disparte da Nintendo per favorire la concentrazione massima dell'azienda sul rilancio di Wii U, Nintendo 3DS rimane uno dei business più importanti per la casa di Kyoto, oltre che il leader indiscusso del settore delle console portatili.

A tutto vapore

Se quindi è suonata un po' come una nota stonata l'assenza di reali annunci di peso per l'handheld durante il Digital Event, in realtà era stato mantenuto un lumicino di speranza grazie ad una specifica tavola rotonda prevista per la sera di mercoledì, legata ad un misterioso nuovo gioco appunto per Nintendo 3DS. Il piccolo evento ha infatti portato con sé l'annuncio di quello che a tutti gli effetti è un titolo inedito, intitolato Code Name: S.T.E.A.M. e realizzato da Intelligent Systems, quelli di Fire Emblem e Advance Wars tanto per capirci. Un team dotato di una certa affinità con il genere strategico, fattore questo da tenere in considerazione dal momento che Code Name: S.T.E.A.M. appartiene proprio a tale filone. Eppure il gioco in questione rappresenta tutt'altro che un approccio standard e classico ai dettami tipici dei titoli di questo tipo, anzi al contrario per stessa volontà degli sviluppatori è nato con l'intenzione proprio di ridefinire i limiti stessi del genere soprattutto per quanto riguarda la ridotta popolarità legata spesso e volentieri solamente al target di nicchia di appassionati.

Come fare a rendere popolare il genere degli strategici in tempo reale? Intelligent System ha un'idea...

In questo senso, Code Name: S.T.E.A.M. può essere addirittura visto come un incrocio tra uno strategico e uno sparatutto in terza persona, genere dal quale gli sviluppatori hanno tentato di catturare l'immediatezza e la semplicità dell'interfaccia.

A tutto vapore

La particolarità della fatica di Intelligent System parte però fin dalle premesse: S.T.E.A.M. è un acronimo che sta per "Strike Team Eliminating the Alien Menace", e fin qui nulla di troppo originale, anzi. Le cose assumono però un significato diverso se si considera che il setting è una versione steampunk della Londra di metà del 19esimo secolo, e che il team di cui sopra è stato fondato nientemeno che da Abramo Lincoln per difendere il mondo dall'invasione degli extra terrestri. Bizzarre premesse per quella che poi sostanzialmente non è altro che la "solita" lotta tra umani e alieni invasori. Dicevamo quindi della spinta principale dietro al gioco, ovvero di rendere il genere strategico più popolare e appetibile alle "masse"; per fare ciò, i programmatori hanno deciso di intraprendere una strada fatta di modifiche, tagli ed esclusioni anche importanti di quelli che sono alcuni degli elementi più consolidati del genere strategico, su tutti l'eliminazione della mappa con visuale dall'alto attraverso la quale solitamente si gestiscono le proprie truppe. In Code Name: S.T.E.A.M. infatti il punto di vista rimane sempre all'altezza del combattimento, appena dietro al personaggio controllato, con un effetto che richiama immediatamente il feeling degli sparatutto in terza persona.

A tutto vapore

E lo stesso effetto lo fa anche il design dei personaggi e lo svolgimento degli scontri a fuoco: insomma, guardandolo distrattamente per pochi istanti il titolo di Intelligent System potrebbe davvero sembrare una sorta di variazione sul tema di Gears of War per il portatile Nintendo. In realtà, la formula scelta dallo sviluppatore nipponico non manca di spunti interessanti: per esempio movimenti e azioni sono subordinate ai tipici punti-azione, che vengono generati ad ogni turno da una sorta di boiler tenuto a mo' di zaino sulle spalle dai soldati e il quale genera il vapore necessario appunto per ogni attività. Sul campo di battaglia sono poi sparse delle medaglie da raccogliere: queste possono eventualmente essere utilizzate per ripristinare energia e vapore della truppa, ma questa scelta impedisce poi di ottenere delle armi più potenti nel proseguo del gioco. Per quanto riguarda la componente grafica, la scelta del cel shading ha permesso di restituire in maniera fedele le scelte della direttrice artistica Takako Sakai, la quale ha affermato di essere stata ispirata ai comics americani per quanto riguarda i personaggi, e invece ai racconti di H.P. Lovercraft per la realizzazione degli alieni. Tutto sommato, quindi, la presentazione di Code Name: S.T.E.A.M. ci ha lasciato una buona impressione, e soprattutto la curiosità di approfondire e provare con mano questa strana variazione sul tema degli strategici a turni ideata da Intelligent Systems. La sensazione è che difficilmente potrà rappresentare su Nintendo 3DS ciò che fu Advance Wars su Game Boy Advance, ma saremmo ovviamente più che felici di essere smentiti. L'uscita è prevista per il 2015.

CERTEZZE

  • Intelligent System è garanzia di qualità
  • Interessante commistione di generi
  • Stile grafico piacevole
DUBBI
  • Meccaniche tutte da verificare