Switch o Nintendo 3DS: qual è la miglior console per l'estate? 73

Vediamo insieme quale console si merita di stare sotto l'ombrellone

SPECIALE di Giorgio Melani   —   09/06/2017

Indice

Ah, l'estate sta arrivando, finalmente: tempo di dedicarsi alle relazioni sociali, alla famiglia, alla lettura o ai tentativi d'approccio nei confronti di avvenenti creature che ci si parano intorno, con il favore della magica atmosfera vacanziera! Oppure no? Lasciamo perdere le quisquilie sentimentali/ormonali, siamo seri: noialtri siam videogiocatori, il nostro credo impone che a una maggiore quantità di tempo a disposizione corrisponda un altrettanto esteso impegno nel completare le missioni videoludiche, altro che distrazioni. Come dite? D'estate rimanere chiusi in casa è troppo anche per noi? Nessun problema: proprio per queste situazioni hanno inventato le console portatili, e questa è anzi la prima estate in assoluto che può contare sulla presenza della macchina da gioco mobile definitiva, con Nintendo Switch. È forse proprio d'estate che l'elemento portabilità emerge con particolare importanza nella scelta di una piattaforma, almeno in un mercato come il nostro dove l'impiego di console in contesti diversi dal chiuso delle mura domestiche non è mai stato particolarmente popolare come lo è in Giappone, ad esempio. Potrebbe dunque essere il momento giusto per dedicarsi con rinnovato fervore alla scoperta o all'approfondimento e conclusione del catalogo su cartuccia delle varie macchine da gioco nomadi, ma in questo articolo ci vogliamo concentrare esclusivamente sulle soluzioni offerte da Nintendo, effettuando una sorta di comparativa tra Nintendo 3DS e Switch per scoprire quale delle due può fregiarsi del titolo di console estiva definitiva, almeno per l'anno 2017. Certo il recente lancio della nuova macchina ibrida di Nintendo sembra lasciare poco spazio a dubbi, ma vogliamo comunque prendere in considerazione uno spettro di elementi più ampio, che vada al di là dell'entusiasmo ancora palpabile per l'arrivo di Switch.

Dal punto di vista dell'hardware

Se si parla di potenza, non c'è chiaramente molta partita tra Switch e Nintendo 3DS, appartenendo non solo a due categorie diverse, ma anche a generazioni differenti, con la prima che gioca direttamente in un altro campionato. Fare un confronto su questi termini ha dunque poco senso, ma se si prendono in considerazione le caratteristiche più afferenti all'ambito della portabilità ecco che anche Nintendo 3DS può giocarsi le sue carte, ed emergere sotto molti aspetti anche vincitore. Switch è una console sofisticata e avanzata dal punto di vista hardware, forse anche troppo: l'ampiezza dello schermo, la modularità dei controller, anche la presenza del sistema di raffreddamento sono tutti elementi che concorrono a renderla un piccolo gioiello tecnologico ma anche un oggetto alquanto delicato da portare in giro in contesti aperti e con elementi di rischio per la salute della macchina. Tutti problemi che Nintendo 3DS non ha, con la sua estrema compattezza e solidità che lo rendono un po' il Nokia 3310 delle console, grazie al suo design ancora giocattoloso ma massiccio e la chiusura a conchiglia che protegge inesorabilmente lo schermo dalle intemperie estive. C'è soprattutto un aspetto nel quale Nintendo 3DS surclassa ampiamente Switch e che si dimostra anche di fondamentale importanza per giudicare l'effettiva portabilità di un dispositivo: la durata della batteria, notevole punto debole della nuova console Nintendo nel caso in cui si voglia considerare soprattutto come handheld. Sotto tutti i punti di vista, il concetto di console ibrida mostra ovviamente dei limiti se si prende in considerazione una fruizione esclusivamente portatile, e per le situazioni più spartane in cui c'è bisogno di dispositivi "da battaglia", come quando ci si trova in giro d'estate, Nintendo 3DS potrebbe rappresentare la scelta più affidabile.

Parliamo di giochi

Sul fronte software, l'estate di Switch si prospetta estremamente interessante, proseguendo con la buona tabella di marcia stabilita da Nintendo per garantire un apporto più o meno costante di titoli di grosso calibro per la nuova console nel corso dell'anno. Sono i giochi multiplayer, in particolare, a brillare in questo periodo e a trovare anche una migliore applicazione nel contesto estivo, dunque l'offerta ludica su Switch sembra perfettamente calibrata per affrontare al meglio le vacanze. Siamo ancora in pieno clima Mario Kart 8 Deluxe ma già altri pezzi da 90 si profilano all'orizzonte, con ARMS in arrivo il 16 giugno e Splatoon 2 il 21 luglio, due titoli che da soli possono tranquillamente riempire lunghe giornate estive di incontri in multiplayer, senza considerare la presenza di Ultra Street Fighter II: The Final Challengers e Minecraft a coprire varie altre esigenze possibili. Di fronte a una linea di fuoco del genere, Nintendo 3DS fa quello che può ma è chiaro come le produzioni di peso si siano tutte spostate su Switch in questo periodo. In ogni caso, il portatile puro risponde con Fire Emblem Echoes: Shadows of Valentia che può coprire bene le esigenze strategiche da sdraio, il sempreverde Pokémon con le varianti Sole e Luna ancora fresche e ideali per la socializzazione soprattutto fra i più giovani e con i prossimi Ever Oasis, dal clima decisamente estivo, Farming Simulator 18 per la voglia d'evasione in contesti bucolici e Hey! Pikmin. Un punto di forza da non sottovalutare rimane l'enorme bagaglio di giochi classici offerto dalla Virtual Console, che offre una grande quantità di soluzioni ludiche su misura e che su Switch non è ancora attiva. Non male, ma il rapporto di forze nella lineup sembra decisamente sbilanciato verso la console ibrida della compagnia per quanto riguarda le nuove uscite.

Un risultato scontato?

Tirando le somme, possiamo dire che in base agli aspetti affrontati finora Nintendo 3DS abbia un vantaggio per quanto riguarda l'effettiva portabilità tra autonomia e capacità di affrontare le intemperie (per non parlare del prezzo, sul cui confronto non ci sarebbe partita), mentre Switch si ritrova con un evidente vantaggio in termini di software, almeno prendendo in considerazione questo spezzone dell'anno. È però sulle modalità di fruizione che quest'ultima si ritrova ad essere la console estiva per antonomasia: ci siamo fatti tutti due risate sulle parodie dei video di presentazione di Switch ma la verità è che quelle soluzioni "social" sono maledettamente allettanti in alcuni contesti, forse non realistiche nella forma in cui vengono rappresentate nel marketing di Switch ma possono effettivamente avvicinarsi alle modalità di utilizzo della console. Insomma, non stiamo dicendo che estrarre console e 1-2 Switch durante un aperitivo possa ravvivare la serata a tutti rendendovi l'anima della festa, ma avere la possibilità di far partire in qualsiasi momento e situazione un multiplayer a Mario Kart 8 rappresenta un sogno che si realizza per qualsiasi videogiocatore. Per rafforzare il concetto, Nintendo ha poi deciso di lanciare proprio in questo periodo altre due produzioni di grosso calibro tutte incentrate sul multiplayer, come ARMS e Splatoon 2, rendendo di fatto necessario portarsi dietro Switch anche in vacanza, e possibilmente sfruttare le occasioni per far partire sessioni al volo ovunque vi troviate. Proprio questa caratteristica del multiplayer prêt-à-porter rappresenta un vero e proprio rilancio del concetto di console portatile che comporta nuove potenzialità in termini di fruizione, particolarmente appropriate al contesto estivo, vacanziero e sociale. Ci rendiamo conto che la definizione possa dare quasi fastidio ai videogiocatori duri e puri ma c'è poco da fare: Switch è davvero la console dell'estate.

#Periferiche Switch

Periferiche Switch