Cinque idee per Agents of Mayhem 2

Agents of Mayhem è uscito e ha diviso la critica con i suoi eccessi: ecco cinque consigli per rendere il (possibile) seguito un titolo apprezzato all'unanimità

SPECIALE di Aligi Comandini —   05/09/2017
10

Abbiamo dedicato una copertura completa ad Agents of Mayhem, complici un agosto con poche (ma paradossalmente ottime) uscite di spicco e un certo interesse per l'ultimo progetto di Volition. A noi l'esagerato umorismo e l'adrenalinico gameplay del gioco sono piaciuti, ma comprendiamo perfettamente le critiche fatte al gioco, che è tutto fuorché perfetto. Oggi quindi vogliamo capire in vostra compagnia se sia possibile per Volition portare il suo "nuovo" marchio al livello successivo, elencando cinque idee che vorremmo vedere applicate alla formula in futuro. Diamo il via all'elenco delle migliorie!

Come vorremmo il seguito

Distruttibilità vera
In Agents of Mayhem sono parecchie le cose che si possono far saltare in aria: torrette, nemici, automobili, passanti innocenti, suppellettili varie dei LEGION e quant'altro. La distruttibilità "reale" però manca dal pacchetto, ed è un peccato, specialmente all'interno di un gioco che fa del caos e delle sparatorie il suo punto forte. Crackdown 3 e le sue vicissitudini hanno dimostrato come nell'attuale generazione di console sia davvero difficile applicare una distruttibilità totale a un open world senza compromessi pesanti (e infatti dall'ultima versione del gioco questa caratteristica pare scomparsa), ma non è mai detto che in un'eventuale prossima generazione non diventi una cosa plausibile. Il gioco di Volition ne gioverebbe infinitamente, e parliamo pur sempre del team che ha creato i Red Faction, quindi di sviluppatori esperti in materia di distruzione degli ambienti.

Cinque idee per Agents of Mayhem 2

Meccaniche più rifinite
Agents of Mayhem è un gioco rozzo, e molto del divertimento che sa trasmettere scaturisce proprio dalla sua natura caciarona. Il suo sistema di shooting non è privo di finezze, sia chiaro, e specialmente alle alte difficoltà vi sono personaggi che richiedono una certa abilità per essere usati efficacemente... eppure in un seguito vorremmo vedere un maggior sfruttamento di tale potenziale. Manovre più avanzate per quanto riguarda la mobilità dei personaggi, magari attacchi corpo a corpo più elaborati, prese, spari multipli per tutti gli eroi (già alcuni, come Red Card, possiedono tali caratteristiche), e aiuti alla mira meno marcati sarebbero una manna per il sistema. Ma che ne dite di mech da combattimento, potenziamenti temporanei, zone interattive delle mappe più elaborate, o magari addirittura un sistema elementale in grado di ampliare quello di resistenze già presente nel gioco? Siamo davanti a un prodotto dove si possono fare aggiunte di qualunque tipo, perché trattenersi?

Character combos!
In Agents of Mayhem la scelta del team trasforma il gameplay, in virtù della possibilità di cambiare da un momento all'altro il personaggio usato e delle abilità uniche a disposizione di ogni combattente. Perché non migliorare il sistema con mosse Mayhem di gruppo, per il massimo della devastazione? Meccaniche "tag" in grado di sfruttare temporaneamente personaggi multipli o bonus passivi legati alle relazioni tra specifici personaggi renderebbero poi il sistema di sviluppo e la scelta della squadra molto più profondi (permettendo peraltro di aggiungere al gioco anche un elemento "sociale" con dialoghi multipli e missioni più approfondite per ogni singolo combattente).

Cinque idee per Agents of Mayhem 2

La varietà non è un male
La scelta di rendere l'open world del gioco una sorta di hub per le missioni più che una reale città da esplorare si è rivelata vincente per valorizzare la natura di sparatutto del gioco, ma questo non impedisce a Volition di sbizzarrirsi ulteriormente con l'ambientazione cittadina, inserendo variazioni al gameplay più interessanti di quelle viste finora. Siamo pur sempre in una metropoli, e se da una parte già la distruttibilità prima descritta basterebbe a valorizzare il ruolo di "crogiolo del casino" che già ricopre in Agents of Mayhem, qualche attività secondaria non ci dispiacerebbe. Meglio ancora se si trattasse di "arene" variabili capaci di mutare del tutto le meccaniche di combattimento con scontri solo a mani nude, o strane varianti delle armi base.

Lo vogliamo mettere il multiplayer?
Sarà pur vero che l'opera di Volition è costruita attorno all'esperienza in singolo, ma non c'è esperienza più votata alla devastazione e al puro divertimento della cooperativa in un open world, e la sua assenza ci ha già fatto storcere il naso nel gioco base. Nel seguito, sbilanciata o meno, la vogliamo assolutamente.