Anche la PS3 guida il go-kart.  25

LittleBigPlanet sui go-kart? Quasi, i Media Molecule hanno fatto proseliti.

ANTEPRIMA di Christian Colli   —   06/06/2009

Un altro clone di Mario Kart?

Quando è stato annunciato ModNation Racers tutti già si aspettavano l'ennesimo clone di Mario Kart: ci provano da anni, non poteva mancare un altro esperimento. Solo che ModNation Racers è decisamente qualcosa di particolare e il cuore pulsante del gioco non sono le gare... è la loro creazione. Quello che gli sviluppatori della United Front Games hanno voluto proporre ai possessori di PlayStation 3 non è un semplice racing-game, ma un vero e proprio editor che pesca a piene mani nel capolavoro dei Media Molecule, LittleBigPlanet. Ma andiamo con ordine.

ModNation Racers ovviamente non presenta solo un editor, ma anche una modalità single-player ricca di piste preconfezionate sulle quali gareggiare per diventare campioni. Lo stile grafico utilizzato per riprodurre i piloti è buffo e ricorda sicuramente Little Big Planet, ma la resa visiva finale mette in scena praticamente dei veri e propri giocattoli in vinile. Molte le opzioni presentate per godere di ModNation Racers senza sfiorare l'editor, compresa una ricca parte online per gareggiare contro amici e sconosciuti. La varietà sembra davvero non mancare, ma è nell'editor che ModNation Racers fa del suo meglio.

La fantasia passa dal via

Il punto di forza dell'editor di ModNation Racers è la sua incredibile semplicità: creare una pista con tutti i dettagli del caso è davvero questione di pochi minuti, nonostante la miriade di opzioni possibili. Tanto per cominciare, perfino creare il tracciato è di una immediatezza sconcertante: si può addirittura correre per il campo prescelto tracciando contemporaneamente quella che sarà la pista. Con la semplice pressione di un tasto se ne aumenta o diminuisce l'altitudine, e tornando al punto di partenza si chiude il tracciato. A questo punto si possono piazzare alberi, abitazioni, montagne, laghi, perfino pecorelle: ogni elemento che viene aggiunto alla location che si sta creando si adatta immediatamente all'ambiente limitrofo, impedendo sgradevoli mancanze di coordinazione estetica (perfino durante la creazione di un pilota è possibile coordinare i cromatismi).

E' perfino possibile piazzare una fonte luminosa, come il sole, e gestirne la potenza illuminatoria abbassandola o alzandola, cambiando quindi il momento in cui avrà luogo la gara durante il giorno. Le possibilità sembrano davvero infinite, ampliate ulteriormente dalla modalità in singolo che permette di sbloccare sempre più elementi per l'editor, che peraltro è stato usato dagli stessi designer di United Front Games per creare le piste di default, come a dire che quello che possono fare loro lo può fare anche il giocatore. E il giocatore in più può naturalmente condividere le piste e i piloti da lui creati con tutto il mondo tramite la modalità online: le sue creazioni potranno essere scaricate, giocate ed eventualmente modificate. Un circolo vizioso e dannatamente divertente che i fan di LittleBigPlanet già conoscono bene. Se ModNation Racers si rivelerà curato anche sul versante della guida e della giocabilità, potrebbe diventare un successo: lo sapremo nel 2010.