Call of Duty: Modern Warfare, l'anteprima della modalità Special Ops 22

Esaminiamo la modalità Special Ops dell'attesissimo Call of Duty: Modern Warfare, che consiste in una serie di missioni interconnesse tra loro da giocare con gli amici

ANTEPRIMA di Simone Tagliaferri   —   11/10/2019

L'amatissima modalità Special Ops farà il suo ritorno nell'imminente Call of Duty: Modern Warfare, come svelato dalla recente presentazione. Infinity Ward sembra puntare moltissimo su questa modalità, che è stata completamente rivista rispetto al passato. In cosa consiste? Si tratta sostanzialmente di una specie di campagna da giocare in cooperativa. Parliamo di campagna perché i team dei giocatori, formati da quattro operatori, saranno chiamati ad affrontare una serie di missioni interconnesse, in cui dovranno vedersela con una minaccia proveniente dall'emisfero orientale. La storia sarà quindi unica e farà da filo conduttore all'intera modalità, nonostante la presenza di obiettivi molteplici. Da notare che completare le Special Ops frutterà del bottino che si potrà utilizzare anche nel Multiplayer. I premi includono nuovi oggetti e nuovo equipaggiamento.

Le Special Ops

La modalità Special Ops di Call of Duty: Modern Warfare comprende tre tipi di esperienze differenti, che se vogliamo sono delle vere e proprie sotto modalità: le Operazioni, le Missioni e la Modalità Sopravvivenza. Cominciamo da quest'ultima, perché è la più semplice da spiegare. Come il nome fa intuire, i giocatori dovranno riuscire a sopravvivere a ondate nemiche di forza progressiva per accumulare punti e uccisioni. Non c'è molto da aggiungere in merito, a parte che potranno parteciparvi un massimo di quattro giocatori e che al lancio sarà giocabile su tre mappe.

Stando al filmato di presentazione, i soldati potranno contare su coperture, veicoli e su tutte le armi presenti nel gioco per riuscire a sopravvivere. In realtà un dettaglio che non va dimenticato di citare c'è: la Modalità Sopravvivenza sarà esclusiva di PS4 fino al 1° ottobre 2020. Già: i possessori di Xbox One e PC dovranno attendere più di un anno per poterci giocare.

Le Operazioni, quattro al lancio e altre in arrivo post lancio, sono il vero fulcro delle Special Ops. Infinity Ward le ha definite delle esperienze che si diramano in più fasi e che toccano tutte le mappe della modalità. Le Operazioni prevedono quattro giocatori, sono supportate dal matchmaking e sono ambientate nella città di Verdansk e nei suoi dintorni. In generale, i giocatori dovranno distruggere le strutture e le risorse dell'esercito di Al-Qatala, seguendo gli obiettivi che di volta in volta saranno indicati dal gioco.

A rendere particolarmente interessanti le operazioni sarà la possibilità di affrontarle un po' come si vuole, nel senso che garantiranno una certa libertà di approccio per il raggiungimento degli obiettivi. Chi vorrà potrà agire silenziosamente cercando di non farsi vedere, mentre gli altri potranno scegliere una tattica più diretta e rumorosa, usando magari carri armati, elicotteri e ATV per portare degli attacchi ferocissimi contro i nemici. Insomma, i team potranno scegliere come agire, avendo però sempre bene a mente il fatto che i nemici risponderanno alle loro tattiche con strategie differenti, rendendo sempre imprevedibili le partite. Da notare che le Operazioni consentono di utilizzare i personaggi della modalità multiplayer, con tutti i loro oggetti e i loro progressi.

Le Missioni, infine, si svolgono sulle stesse mappe delle Operazioni, ma sono più focalizzate su singoli obiettivi.

Giocabili anch'esse da un massimo di quattro giocatori, sono pensate per mettere alla prova i partecipanti, ad esempio facendo loro utilizzare solo determinate armi, chiedendogli di usare certo equipaggiamento o di raggiungere determinati obiettivi e così via. Alla fine di ogni missione si riceverà un giudizio sulla nostra performance, espresso in una, due o tre stellette. Infinty Ward ha promesso che le Missioni saranno rigiocabili più volte.

La modalità Special Ops sembra essere la ciliegina sulla torta di Call of Duty: Modern Warfare. L'unico dubbio riguarda la tenuta sulla lunga distanza, anche se immaginiamo che i fan che l'hanno richiesta a gran voce saranno comunque contenti di averla.

CERTEZZE

  • Una modalità che potrebbe essere un gioco a sé
  • Una revisione convincente delle vecchie Special Ops

DUBBI

  • I contenuti di lancio basteranno?