[E3 2004] Halo 2  0

Abbiamo provato Halo 2 all'E3 2004! Ecco le nostre impressioni a caldo.

ANTEPRIMA di Antonio Jodice   —  15 Maggio 2004

Fosse stato presente allo showfloor, sarebbe stato il gioco dell’E3 2004, ma non c’era traccia di Halo 2 allo stand Microsoft e solo alcuni fortunati sono riusciti ad accedere alla stanza dove era possibile giocare una versione in multiplayer del gioco Bungie. Una ventina di minuti, per avere un’idea di quello che, probabilmente, sarà il titolo più venduto di tutta la storia di Xbox. Piacevolmente accomodati su delle poltroncine basculanti, ai giornalisti presenti è stata mostrata nuovamente la presentazione del gioco fatta alla Pre Conference di Microsoft qualche giorno fa. Vederla, però, ad un metro di distanza e su dei televisori al plasma, ha contribuito a farsi un’idea più precisa della qualità dell’immagine, della pulizia della stessa e delle virtù evidenti di un titolo che avrà la possibilità di segnare una tacca nell’evoluzione degli Fps su console e non solo. È stata mostrata una sola mappa del gioco, ambientata su una spiaggia con un’adiacente costruzione dei Covenant, una di quelle multiplayer. Il responsabile Bungie ha mostrato in dettaglio i nuovi modelli poligonali, di una solidità e brillantezza davvero notevoli, per poi passare a dare sfoggio delle migliorie ottenute sotto il profilo delle collisioni poligonali e dell’interazione con gli elementi del fondale. Vedere Master Chief distruggere pezzo per pezzo una delle astronavi dei Covenant, partendo dalla punta delle ali, per arrivarne al cuore, vederlo far saltare per aria una delle jeep con il bazooka, facendola schiantare contro le rocce e il bastione sulla spiaggia, è spettacolo puro. Il bello, però, è arrivato subito dopo, quando ci è stato chiesto di girare la poltrona per prendere possesso di un pad Xbox e di lanciarci in uno scontro online in multiplayer in quella stessa mappa. E via di Capture the Flag con i giornalisti divisi nei due schieramenti…

Prime impressioni di Halo 2
Le novità più evidenti inserite in Halo 2 sono la possibilità di utilizzare i Covenant, la compatibilità Xbox Live e il dual wielding e, se le prime due non hanno bisogno di grandi spiegazioni, per la terza c’è bisogno di spendere qualche parola in più. Il Dual Wielding è la possibilità di usare due armi contemporaneamente, premendo Y nei pressi di un’arma Chief la impugna con la mano sinistra e la può usare, premendo il trigger analogico sinistro. La cosa bella è la possibilità di realizzare delle combo, usando contemporaneamente due armi diverse. È ovvio che le variazioni al gameplay offerte da questa nuova feature sono tutte da verificare nella versione definitiva del gioco, ma già qualche soddisfazione ce la siamo levata nel playtest. La cosa che salta subito all’occhio è l’immediatezza dei comandi di Halo 2, tanto che fin dall’inizio del primo scontro in diversi si sono lanciati all’assalto della fortezza Covenant a bordo delle Jeep (un giocatore alla guida ed un altro alla mitragliatrice) e delle navette volanti. Con estrema naturalezza e tralasciando le ovvie incertezze di chi prova per la prima volta un gioco nuovo, soprattutto sotto il profilo del multiplayer, i giocatori si muovevano agilmente in ogni parte della mappa, esplorandone cunicoli e scorciatoie, sbucando da tutte le parti. Divertente è l’aggettivo più adatto per descrivere la breve partita in multiplayer. L’audio posizionale implementato e la grafica, che rispetta fedelmente screenshot e filmati pubblicati, fanno di Halo 2 un gioiello e una delle produzioni di maggior qualità del 2004 di Xbox. Nove Novembre 2004 è la data di pubblicazione in contemporanea mondiale del titolo Bungie e, anche in questo caso, l’attesa sarà lunga.

Tutte le novità da Los Angeles, le notizie, i filmati, i videoarticoli, le anteprime. Non perdetele.
- TUTTI GLI ARTICOLI, DOWNLOAD, NOTIZIE E FILMATI
- TUTTO IL REPORTAGE SULL'XBOX
- TUTTO IL REPORTAGE DELLA PLAYSTATION2
- TUTTO IL REPORTAGE DEL PC
- TUTTO IL REPORTAGE DEL GAMECUBE
- TUTTO IL REPORTAGE DEL GAMEBOY ADVANCE