Editoriale di Dean Takahashi - La primavera di Sony e Microsoft  5

Le novità primaverili di Sony e Microsoft, ecco cosa ne pensa Dean Takahashi.

RUBRICA di La Redazione  —   08/05/2007

La nuova Xbox 360 Elite

Le recenti mosse di Microsoft e Sony, ovvero il lancio di Xbox 360 Elite e il taglio del prezzo della PSP rappresentano gli ultimi stratagemmi per spingere il mercato nextgen, ma entrambe non convincono appieno.
Xbox 360 Elite è di colore nero, ha un hard disk da 120 gigabyte, l'uscita HDMI e relativo cavo. La macchina farà presa probabilmente solo un un piccolo gruppo di hardcore gamer che vogliono avere il meglio della tecnologia in casa. La console è uscita il 29 aprile negli Stati Uniti ad un costo di 479$, mentre in Europa e nel resto del mondo non ha ancora una data ufficiale (dovrebbe arrivare da noi subito dopo l'estate ndr). Gli utenti che scaricano film dal marketplace apprezzeranno sicuramente l'hard disk più grande, dato che i film in HD possono occupare da 5 gigabyte in su di spazio, mentre i film di qualità standard un gigabyte circa. Di conseguenza, 120 gigabyte sono abbastanza per circa 22 film in HD, se contiamo 10 gigabyte per salvataggi e altri dati.
L'uscita e il cavo HDMI hanno però un valore disomogeneo. Sony ha fatto una grande mossa dichiarando che la PS3 ha una qualità video superiore grazie all'eccellente uscita HDMI e Microsoft di fatto si sta muovendo per raggiungere Sony in questo specifico settore, colmando il gap. Ma per ora, l'HDMI non conta molto in termini di qualità visiva. L'Xbox 360 ha un chip, chiamato ANA, che permette di fare upscaling dei giochi da 720p a 1080p di risoluzione. Questa soluzione ha funzionato egregiamente per giochi come Gears of War e non riesco a capire in che modo l'uscita e il cavo HDMI possano rendere migliore l'esperienza di gioco offerta da Gears of War.

Microsoft ha scelto di non includere un lettore HD-DVD nella Elite. Questo significa che il valore percepito della PS3 con il suo lettore Blu-Ray è certamente superiore. E significa anche che Microsoft non è sicura della sopravvivenza del formato HD-DVD. Inoltre credo anche che questo significhi che Microsoft non sarà capace di abbassare il prezzo della console, passando al chip a 65 nanometri almeno fino a fine anno.
Per quelli che non guardano i film e si disinteressano della qualità visiva l'Elite è inutile. Ma questo, forse, non è tutto. Microsoft ha annunciato in gennaio che Xbox 360 potrà essere utilizzata come set-top box IPTV. Aggiungendo un hard disk più grande, Xbox 360 Elite può diventare un eccellente decoder per l'IPTV. Il grande valore della IPTV, che permette inoltre alle compagnie telefoniche di competere con la cable tv nel campo dell'offerta dei film, è che può essere utilizzata anche come un video registratore digitale. Xbox 360 Elite, con un hard disk più grande, può essere un eccellente videoregistratore. E principalmente i provider IPTV come AT&T possono vendere Xbox 360 Elite scontata in cambio di un abbonamento di uno o due anni. Se si decide di pagare 60$ al mese a AT&T per 2 anni, magari si potrà avere una Xbox 360 Elite, pagandola meno. Ma queste, almeno per adesso, sono solo mie speculazioni.

Vittoria di Pirro? E Sony?

Il problema è che ancora non si vedono i vantaggi della nuova macchina. Il plus della Elite attualmente è puramente speculativo. Non credo che Microsoft venderà molte macchine almeno fino a quando non offrirà qualcosa di particolarmente interessante. Come il servizio IPTV. La cosa buona per Microsoft è che continua comunque a dare valore aggiunto ai suoi utenti più di quello che Sony dà ai suoi almeno in termini di grandezza dell'hard disk. Quando arriverà il chip a 65 nanometri, Microsoft sarà probabilmente in grado di tagliare il prezzo della sua console e Sony si ritroverà con la macchina più cara e dai costi di produzione più alti del mercato.

Riguardo al taglio del prezzo della PSP, Sony lo ha portato da 199, che era chiaramente troppo alto rispetto al prezzo del DS, a 169$. Che comunque rimane sempre troppo alto rispetto ai 129$ della console Nintendo. Il DS d'altra parte ha quasi doppiato la PSP in termine di macchine vendute. Vedremo se l'abbassamento di prezzo servirà a vendere più console, ma per rendere la PSP più competitiva Sony deve tagliare di nuovo il prezzo.

Vittoria di Pirro? E Sony?

E deve seguire l'esempio di Nintendo effettuando un revamping del design della console. Forse Sony lo sta già facendo, ma ogni giorno che ritarda, la fetta di mercato in mano a Nintendo si fa sempre più ampia. Nel frattempo, infatti, il DS sta aumentando il vantaggio perché gli sviluppatori stanno producendo sempre più giochi grazie all'enorme base installata. Se il DS continua a prendere il largo, Sony non avrà nessuna possibilità di riprenderlo.
Lo sviluppo della Xbox 360 Elite ed il taglio al prezzo della PSP mostrano solo che entrambe le aziende devono fare passi avanti più decisi se vogliono davvero vincere la propria console war.

Chi è Dean Takahashi?

Dean Takahashi è da 17 anni un giornalista finanziario di alto livello, che ha collaborato con, tra gli altri, il Wall Street Journal e il Los Angeles Times, comparendo anche su emittenti televisive quali CNN e CNBS.

Ultimamente, si è occupato in maniera approfondita anche dell’industria videoludica, in particolare per quanto riguarda Microsoft e il suo progetto Xbox, scrivendo sull’argomento il libro Opening the Xbox, riguardante la prima console della casa di Redmond, e recentemente The Xbox 360 Uncloaked sulla seconda piattaforma da gioco americana. Quest’ultimo libro è stato pubblicato anche in Italia con il titolo Il Fattore X, edito proprio da Multiplayer.it, e fornisce ai lettori una visione approfondita del team di Microsoft che si è occupato della progettazione e dello sviluppo della macchina, descrivendo tutti gli eventi chiave e i retroscena che hanno portato Xbox 360 nei negozi di tutto il mondo, a partire dalle idee di Bach, Allard e tutti gli altri personaggi coinvolti nell’opera.

Dalle pagine di Multiplayer.it, Dean racconta ogni mese i principali avvenimenti del mondo dei videogiochi e questa volta è il turno degli annunci di primavera di Sony e Microsoft.