F1 2019, l'anteprima 34

In attesa dell'uscita di F1 2019, riepiloghiamo le novità introdotte nella nuova edizione della serie targata Codemasters.

ANTEPRIMA di Rosario Salatiello   —   14/06/2019

Indice

Nel periodo dell'anno in cui ci troviamo la Formula 1 è da pochissimo entrata nel pieno del suo spettacolo. La stagione iniziata a marzo col Gran Premio d'Australia è infatti arrivata ad appena un terzo delle ventuno gare previste, e anche se la Mercedes si trova attualmente al comando eventuali colpi di scena non sono da escludere. Se da un lato i gran premi che mancano da qui a dicembre ci permettono di dire che i giochi sono ancora aperti, dall'altro questa situazione si presta perfettamente alla decisione da parte di Codemasters di far uscire F1 2019 in anticipo rispetto ai suoi predecessori. La prima delle novità dell'edizione di quest'anno è proprio questa: tutti i fan della Formula 1 avranno circa due mesi in più per godere della simulazione aggiornata a scuderie e circuiti della stagione 2019, prima che quest'ultima volga al termine e l'interesse generale nei suoi confronti vada inesorabilmente scemando. Un anticipo sulla tabella di marcia richiesto più volte dai giocatori, finalmente soddisfatti dalla possibilità di avere tutta l'estate davanti per correre in compagnia dei bolidi di Formula 1 (e non solo). Come stiamo per vedere, la data d'uscita fissata per il prossimo 28 giugno non è però l'unica novità in arrivo con F1 2019, sul quale vale quindi la pena soffermarsi un'ultima volta prima di arrivare alla sua recensione. In attesa di poter percorrere liberamente tutti i giri di pista di F1 2019, facciamo insieme il punto su cosa ci aspetta.

Formula 2 e rivalità storiche

L'arrivo di F1 2019 sul mercato rappresenta un momento importante per Codemasters, che con questa edizione festeggia infatti i dieci anni del franchise inaugurato con F1 2010. Un traguardo particolarmente importante nell'industria videoludica, dove la Formula 1 può vantare una lunga storia che affonda le sue radici fino al leggendario Grand Prix 2 di Geoff Crammond, e anche oltre. Per celebrare a dovere il decennio di vita della serie, gli sviluppatori hanno annunciato già da qualche tempo l'introduzione della Formula 2 all'interno di F1 2019, dove quindi non ci ritroveremo a vivere di sola Formula 1. La categoria più famosa continuerà naturalmente ad avere il più ampio spazio tra le varie modalità di gioco, permettendo alla sua "sorella minore" di farsi largo in modo trasversale, iniziando dalla modalità Carriera. Quest'ultima partirà infatti dalla stagione 2018 di Formula 2, dove ci ritroveremo a muovere i primi passi come pilota emergente in attesa di diventare un astro della Formula 1. La componente di Formula 2 inserita nella modalità Carriera dovrebbe in realtà essere solo una piccola parte rispetto al campionato intero, funzionando così come prologo della Carriera che già conosciamo un po' per farci entrare in confidenza con questa nuova categoria, un po' per definire alcuni aspetti della "trama" che ci accompagnerà in questa modalità.

Coloro i quali vorranno giocare le gare del campionato di Formula 2 attraverso tutti e dodici i suoi circuiti potranno farlo all'esterno della modalità Carriera, nella sezione dedicata, per provare così in tutta la sua completezza un'esperienza che si presenta diversa a partire dal tipo di veicolo impiegato. Tutti i piloti di Formula 2 guidano infatti la stessa auto, progettata dal costruttore italiano Dallara e riprodotta fedelmente nel gioco. Se appartenete alla schiera di appassionati di Formula 1 entrati ormai negli "-anta", F1 2019 vi permetterà di accedere a un contenuto tutto speciale con la sua Legends Edition: una serie di sfide dedicate alla rivalità tra Ayrton Senna e Alain Prost, una delle più accese della storia di questa categoria automobilistica. Tornando indietro fino al 1990, sarà possibile vestire i panni del pilota brasiliano sulla sua McLaren MP4/5B o quelli del francese a bordo della Ferrari F1-90, attraverso otto sfide che segnarono la stagione che vide poi vincere Senna in seguito al famoso incidente di Suzuka con cui divampò definitivamente proprio la rivalità con Prost. La presenza dei due piloti e delle loro vetture si affiancherà naturalmente al set di auto storiche già presenti in F1 2018.

Anno nuovo, luci nuove

Dai ritocchi a modalità e contenuti vari, passiamo alle novità che Codemasters ci ha riservato dal punto di vista puramente estetico. Anche se il motore di gioco resta ancora quell'EGO Engine che nella sua versione 3.0 già un anno fa ci era sembrato al massimo delle sue possibilità, gli sviluppatori promettono di aver fatto comunque passi in avanti grazie a un nuovo modello di luci. A trarre beneficio di quest'ultimo saranno a quanto pare soprattutto le gare corse in notturna in modo parziale o intero, vale a dire quelle in Bahrain, Singapore e Abu Dhabi. Le immagini che ci sono state mostrate finora sembrano effettivamente in grado di dare una marcia di realismo in più ai gran premi disputati col buio, lasciando forse un po' più indietro da questo punto di vista le gare corse di giorno. Per valutare questi aspetti dovremo comunque aspettare di avere tra le mani la versione finale di F1 2019. Restando in ambito grafico, ci sarà un'interessante novità dedicata a tutti gli amanti della personalizzazione: in collaborazione con un team guidato da Ross Brawn e Pat Symonds, Codemasters ha infatti introdotto una nuova monoposto completamente dedicata alla modalità multiplayer di F1 2019, che i giocatori potranno personalizzare con alcune livree acquistabili spendendo i punti competizione ottenuti disputando gare via Internet. Un'aggiunta che piacerà di sicuro a tutti coloro i quali chiedevano maggiore libertà nelle partite online, che nella versione di quest'anno saranno potenziate per permettere ai piloti virtuali di organizzarsi in gruppi e gestire campionati personalizzati. Con questa serie di novità, Codemasters intende ovviamente strizzare l'occhio al mondo degli eSports, oltre che a quello delle microtransazioni che dovrebbero essere presenti per ottenere alcuni elementi estetici non acquistabili tramite i punti competizione.

Con F1 2019 Codemasters non sembra intenzionata a svolgere solo il proprio compitino annuale, portando un nuovo set di contenuti dedicati alla Formula 2 a fronte di un anticipo sulla data d'uscita alla quale eravamo abituati. Almeno sulla carta, il tutto andrà a favore dei videogiocatori, che avranno più tempo a disposizione fino all'edizione 2020 per correre su due categorie diverse e godere di una modalità online rinnovata. A breve avremo la possibilità di esprimere il nostro giudizio.

CERTEZZE

  • L'arrivo della Formula 2 era desiderato da molti
  • Particolare attenzione alla modalità online
  • Due mesi in più per giocare

DUBBI

  • I difetti del 2018 sono stati risolti?
  • Quanto peseranno le microtransazioni?

F1 2019 ps4

pc  ps4  xone 

Data di uscita: 28 Giugno 2019

Prenota su Multiplayer.com a 64,90 €