GTA: Vice City Stories  0

In attesa dell'imminente recensione, ecco la nostra prova della modalità multiplayer del nuovo capitolo di GTA per PSP.

ANTEPRIMA di Andrea Palmisano   —   27/10/2006

Camaleontico

Malgrado GTA sia nato come gioco puramente single player, la bontà e duttilità del (capo)lavoro Rockstar ha dato buono sfoggio di sè già con il primo capitolo per PSP, che poteva contare su una robusta modalità multigiocatore. In Vice City Stories i programmatori hanno preso quanto di buono era stato fatto e l’hanno ampliato ulteriormente, rendendo quindi di fatto il multiplayer decisamente qualcosa di più di un extra accessorio. Per confermare tale affermazione basti sapere che ci sono addirittura 10 diversi tipi di sfide tra cui scegliere, per partite fino a 4 giocatori. Si parte con Vice City Survivor, un classico deathmatch tutti contro tutti o a squadre, dove la strategia vale poco... l’importante è trovare l’arma più potente e fare fuoco. Street Rage è invece un vero e proprio gioco di corse automobilistiche, che si lascia giocare più che discretamente e tira fuori il meglio di sè ovviamente nelle competizioni a 4. Con Protection Racket inizia invece a vedersi una concreta componente strategica, dato che il compito è riuscire a proteggere quattro veicoli nella propria zona di città oppure cercare di eliminare quelli dell’avversario. Taken for a Ride riprende invece il modello “Capture the Flag” adattandolo alla meccanica di GTA, dal momento che l’obiettivo è rubare quante più auto possibili entro il tempo limite. Tanks for Memories è pura azione esplosiva: in pratica lo scopo è restare dentro al carroarmato il più a lungo possibile, peccato soltanto però che ogni altro giocatore sia dotato di un lanciarazzi per far desistere da tale progetto...

Camaleontico

Hit List sembra essere uno delle migliori modalità presenti: in pratica un giocatore è l’obiettivo di tutti gli altri che devono tentare di ucciderlo, per diventare poi loro stessi la preda da cacciare. Il problema è che il protagonista di questo nascondino “per adulti” non può vedere sul radar i propri nemici, nè restare in un veicolo troppo a lungo dato che questo esplode dopo un determinato periodo. Vince ovviamente la preda che alla fine del tempo sarà riuscito a sopravvivere più a lungo. Grand Theft Auto, come il nome suggerisce, si basa invece sul furto di determinati veicoli, da trasportare in un punto preciso della mappa cercando di evitare quanti più danni possibili, dato che ogni ammaccatura si riflette in un minor ritorno di denaro. Il più “ricco” alla fine della partita sarà il vincitore. Might for the Hunter è praticamente la copia di Thanks for Memories, con la differenza che invece del carroarmato ora c’è un elicottero da combattimento; molto divertente soprattutto per la maggiore velocità e dinamismo di questo mezzo rispetto all’altro. Empire Takedown mette invece di fronte due team con lo scopo di piazzare una bomba nel territorio avversario; il team che è riuscito nell’impresa deve cercare di difendere gli esplosivi fino alla fine di un conto alla rovescia, mentre chi difende deve ovviamente tentare in ogni modo di eliminare le pericolose bombe, fattore questo che blocca il timer. Come in una specie di gioco della “patata bollente”, quando il cronometro raggiunge lo zero la bomba esplode decretando la sconfitta del team padrone del territorio in cui è avvenuta la detonazione. V.I.P. R.I.P. infine, oltre al fantastico gioco di parole, rappresenta una altra ottima modalità in cui un V.I.P. deve riuscire a raccogliere 5 valigette sparse nella zona di gioco, per poter quindi scappare tramite un apposito punto di fuga. Ovviamente non tutto è così facile, dato che gli avversari devono fare di tutto per impedirglielo cercando di ucciderlo e portarsi quindi a casa così la vittoria. Queste sono quindi le dieci modalità di gioco multiplayer presenti in GTA Vice City Stories e, ve l’assicuriamo, sono capaci di regalare ore di puro delirio tra amici. Peccato soltanto che alcune di queste risultino davvero monche se giocate in 2, mentre in tutti i casi il top lo si ottiene con 4 giocatori; trovare però altri 3 amici dotati di PSP e relativa copia del gioco non è certo impresa facile. Certo, se ci fosse stata una opzione online sarebbe stato tutto perfetto, ma forse è davvero chiedere troppo...

Dopo l’ottimo riscontro di GTA: Liberty City Stories per PSP, era solo questione di tempo prima che quella che è una serie su console da salotto diventasse tale anche sul portatile Sony. Abbiamo avuto l'opportunità di provare la versione definitiva di Vice City Stories, e in attesa della recensione completa, diamo un'occhiata alle modalità in multiplayer che abbiamo giocato molto volentieri...