Stadia Connect Gamescom 2019: la sintesi in 80 secondi 13

Il riassunto in poco più di 2 minuti del Google Stadia Connect che si è tenuto nella prima giornata di Gamescom 2019 a Colonia.

VIDEO di Raffaele Staccini   —   21/08/2019

Lunedì 19 agosto è stata una giornata ricca di appuntamenti alla Gamescom 2019 e tra questi va sicuramente menzionato lo Stadia Connect. In poco più di 40 minuti, Google ha mostrato con quali titoli ha ampliato la sua libreria.

Il primo a essere rivelato, e a destare un certo scalpore, è stato Cyberpunk 2077 anche se la data d'uscita di PC, PlayStation 4 e Xbox One, prevista per il 16 aprile, non corrisponde a quella Stadia, ancora da annunciare. Seguono importanti blockbuster, tra titoli già usciti e altri in arrivo. Tra questi: Mortal Kombat 11, Grid, Darksiders Genesis, The Elder Scrolls Online, Attack on Titan 2, Farming Simulator 19, Windjammers 2, Samurai Shodown, Watch Dogs Legion, Borderlands 3, Super Hot, Kine, Destroy All Humans e Doom Eternal. Resta un ultimo gioco, Orcs Must Die 3, che rispetto a tutti gli altri appena elencati sarà un'esclusiva Stadia. Se all'annuncio di Stadia un po' tutti avevano avuto l'impressione che il servizio fosse basato su uno stretto sodalizio tra Google e i due maggiori publisher Ubisoft e Bethesda, il recente ampliamento della libreria sembra suggerire che sempre più sviluppatori e produttori credono nell'opportunità offerta dalla vetrina di Google.

Viste le aggiunte davvero appetitose al catalogo di Stadia, è ormai chiaro che Google non scherza e punta ad imporsi nel mercato dei videogiochi con una filosofia totalmente radicale. Il servizio di cloud gaming Google è basato sul potente data center della compagnia americana e permetterà a chiunque di giocare utilizzando TV, Browser PC o device portatili senza dover installare nulla: basterà semplicemente acquistare il singolo titolo o sottoscrivere un abbonamento al servizio, il quale regola anche le performance grafiche insieme alla velocità di connessione. Con Il pacchetto stadia pro, al prezzo di 9,99 euro al mese, si può raggiungere una risoluzione fino a 4K e 60 FPS, mentre con quello base si arriva ad un massimo di 1080p. Google Stadia arriverà in Italia a novembre per coloro che pre-ordineranno il Founder's Pack, comprensivo di tre mesi di abbonamento pro, un dispositivo chromecast ultra e un pad in edizione limitata. Per la versione gratuita del servizio bisognerà aspettare probabilmente il 2020.