[TGS 2006] Winning Eleven 10 Ubiquitous Evolution - Hands On  0

La serie di Winning Eleven ritorna in veste portatile su PSP, siete pronti per affrontare un nuovo e lungo campionato?

ANTEPRIMA di Antonio Fucito   —   23/09/2006

Sin dal menu infatti notiamo il ritorno della scritta Master League, illustre assente che ora promette lunghi tornei in single player e con possibilità di allenare la propria squadra e potenziarla mediante la campagna trasferimenti. Altra opzione interessante è quella Wireless, che purtroppo non era selezionabile e che quindi lascia aperto il dubbio sulla presenza della modalità online o "solamente" di quella ad hoc, che permette di sfidare altri possessori PSP (e del gioco) nelle vicinanze mediante la connessione senza fili. Una volta scesi in campo si notano tutti i miglioramenti apportati da Konami in questa versione: innanzitutto nella definizione dei giocatori, ora più vicini alle controparti reali soprattutto in quelli più rappresentativi, poi nelle animazioni, che restituiscono movenze più realistiche e naturali ai calciatori in campo. Nella demo presente in fiera era possibile scegliere tra cinque nazionali (compresa quella campione del mondo in carica) dotate ovviamente di licenza per tutti i calciatori, mentre nella partita da noi disputata abbiamo potuto riscontrare l'assenza di rallentamenti e la re-introduzione dei cori da parte dei tifosi. Manca invece (ed ancora) la telecronaca della partita, al pari del nono capitolo.
Mentre il primo Winning Eleven apparso su PSP può essere considerato un antipasto, la decima versione, sottotitolo Ubiquitous Evolution, sembra essere un gioco completo, pronto a soddisfare tutti i videogiocatori bisognosi di giocare in qualsiasi luogo con la propria serie di calcio preferita.

La serie di Winning Eleven (e la sua controparte Pro Evolution Soccer) si avvia sempre di più verso il multipiattaforma totale e sicuramente si adatta alla perfezione su una console portatile, vista la indole sia mordi e fuggi che multiplayer. Il decimo capitolo di questa fortunata saga approderà quindi anche su PSP e, mentre nella sua prima incarnazione molte cose erano state sacrificate per favorirne un'uscita dei negozi tempestiva, in questo caso la simulazione calcistica sviluppata di Konami si avvicina sempre di più alle controparti casalinghe in quanto a completezza di opzioni e modalità.