Gears of War piace alle donne perché non ha stereotipi sessisti 0

La rivincita delle bionde corazzate

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   13/02/2013

Secondo l'art director di Epic responsabile della serie Gears of War, Chris Perna, il gioco in questione è un successo anche presso le videogiocatrici grazie alla sua visione delle donne all'interno della storia.

Mancano, secondo Perna, i classici personaggi femminili "attraenti, stereotipati, sexy" che abbondano normalmente nel panorama videoludico. Non ci sono quei modelli classici, con forme generose, capelli biondi e cose simili: "sembrano le idealizzazioni geek di come dovrebbe essere una donna", ha affermato Perna a OXM, "penso che non aver seguito quella strada ci abbia fatto guadagnare credibilità" e evidentemente anche interesse maggiore da parte delle videogiocatrici.

"Sono sempre personaggi femminili", ha aggiunto, "Anya in Gears 3 evidenzia la sua femminilità, in un modo che penso funzioni bene. Da quanto ho potuto vedere, si diffonde una sensazione di empowerment nelle videogiocatrici con i nostri titoli, e questo è un bene".

Fonte: OXM