Il presidente di Nintendo risponde agli azionisti: 3DS centrale nel 2016, NX e mobile copriranno il declino di Wii U  127

Sempre più curiosi della nuova console

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   29/04/2016

La divisione giapponese di Nintendo ha pubblicato alcune delle risposte di Tatsumi Kimishima, l'attuale presidente della società, date nel Q&A con gli azionisti. È probabile che presto arriverà la traduzione ufficiale, ma intanto ci ha pensato un certo Cheesemeister a renderle comprensibili anche per noi occidentali.

Come saprete, Nintendo ha previsto un drastico calo nelle vendite, già modeste, di Wii U (800.000 unità nel corso dell'intero anno fiscale, contro le 2,4 milioni di unità dell'anno appena trascorso). Per Nintendo 3DS invece, sarà diverso. Sarà proprio la console portatile a essere al centro delle strategie commerciali della casa di Mario nel 2016, con il suo ricco parco titoli già disponibili e in uscita.

Sul lancio di NX, Kimishima ha ribadito che la scelta di marzo 2017 è stata motivata per non ripetere gli errori fatti con Wii U e assicurare alla nuova console una lineup di alto livello sin dai primi giorni, con nuovi giochi pubblicati anche nei mesi subito successivi. Insomma, Nintendo vuole che NX duri a lungo e che non ci sia scarsità di giochi nei mesi di approdo sul mercato. Comunque pare che NX non sarà venduta in perdita, ma sarà profittevole sin dal lancio.

A una domanda inerente l'azzardo di aver saltato il periodo natalizio, quello in cui solitamente le persone spendono di più, Kimishima ha risposto che è preferibile un lancio appropriato, invece di affrettare i tempi e sbagliare. Insomma, di fatto ha ribadito che non avrebbe senso lanciare la nuova console con soltanto una manciata di titoli.

Infine, alla domanda se NX coprirà il declino di Wii U, Kimishima ha confermato dicendo che NX sarà centrale per Nintendo, insieme al nuovo settore mobile, appena lanciato.