Stando a un resoconto produrre un'unità di Switch costerebbe a Nintendo 257 dollari

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   04/04/2017
176

Molti ancora fanno polemica sul prezzo di vendita di Nintendo Switch, la nuova console di Nintendo ormai da più di un mese sul mercato. 300 dollari o giù di lì sono troppi? Stando a un recente resoconto dell'azienda Fomalhaut parrebbe proprio di no.

In un articolo pubblicato su Nikkei Technology, riassunto su Twitter da Takashi Mochizuki del Wall Street Journal, Fomalhaut ha stimato che il costo unitario di Switch per Nintendo sarebbe di 257 dollari. Insomma, i ricavi sulle singole console vendute non sarebbero poi stellari. Comunque, nel caso Switch fosse stata prezzata 250 dollari, ogni unità venduta avrebbe prodotto perdite invece che guadagni.

Fomalhaut parla anche delle stime di vendita della console: trenta milioni di unità entro la fine del 2018. Ce la farà? Per ora le vendite sembrano andare bene, ma come si metteranno in futuro nessuno può ancora dirlo, nonostante Nintendo abbia raddoppiato la produzione per l'anno prossimo.