La Victorian Commission for Gambling and Liquor Regulation australiana considera le casse premio un gioco d'azzardo 16

La commissione australiana si è schierata, interrogandosi sulla possibilità di legiferare circa le casse premio

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   22/11/2017

Ne abbiamo appena parlato: le casse premio possono essere considerate o meno gioco d'azzardo? Il governo belga sta conducendo delle indagini in proposito, ma a quanto pare la Victorian Commission for Gambling and Liquor Regulation australiana ha già le idee chiare.

Interrogato al riguardo da uno studente australiano, l'ente ha pubblicato una risposta molto approfondita sul fenomeno per bocca dello strategic analyst Jarrod Wolfe, secondo cui le preoccupazioni dell'utenza sono fondate e le casse premio costituiscono legalmente una forma di gioco d'azzardo.

Il problema è legiferare sulla questione, che ha una natura internazionale e richiede dunque un accordo fra i vari paesi e le relative commissioni di regolamentazione. Stando a quanto dichiarato da Wolfe, il fenomeno del cosiddetto "pay to win" meriterebbe un particolare approfondimento, specie in presenza di giocatori minorenni.

Lo strategic analist ha dunque messo le mani avanti e parlato di una procedura complessa, che potrebbe richiedere molto tempo prima di portare a qualche risultato concreto. Nel frattempo, ha aggiunto non senza ironia, il suo suggerimento è di evitare determinati giochi di Star Wars e piuttosto concentrarsi nel collezionare tutte le lune di Super Mario Odyssey.