I dodo riportati in vita dall'estinzione grazie alle console  106

Squeak!

NOTIZIA di Ludovica Lagomarsino —   01/04/2010

Un comunicato stampa divulgato dall'Università di Harvridge di Londra rivela che grazie alla potenza delle console di gioco (anche se non viene specificato quali esattamente) è stato possibile riportare in vita una specie estinta. Si tratta dei Dodo, nome scientifico Raphus Cucullatus, originario delle isole Mauritius e scomparso nel 17° secolo. Nel 2007 una spedizione scientifica ne scoprì uno scheletro intatto e molto ben conservato durante un'esplorazione speleologica e dal campione è stato possibile estrarre il DNA. Tre anni di ricerche e la potenza di calcolo della rete di console che è stata usata hanno permesso di effettuare con successo l'inclusione di un nucleo di DNA della specie all'interno di un ovocita privo di nucleo di un parente del dodo ancora esistente, il Caloneas nicobarica dell'Arcipelago del Malay. Due uova, covate con successo, permettono di mantenere viva la speranza di reintrodurre la specie sul suo territorio d'origine. Le due foto che vi proponiamo mostrano la covata e la "rete di console"controllata dal sistema operativo Linux, che gestisce 12.288 console collegate da una connessione ad alta velocità. I processori RISC ARM 9 @ 133 MHz e ARM7 @ 66MHz presenti su ogni console hanno provveduto all'esecuzione di 60 Mega FLOPS: una potenza di calcolo che ha lasciato sconcertati gli specialisti.