La critica statunitense entusiasta di iPad  46

Tutti strabiliati...

NOTIZIA di Jacopo Mungai —  06 Aprile 2010

Pare senza nei il debutto della già mitica piattaforma iPad. Dopo gli ottimi dati di vendita riportati in queste ultime ore, che hanno seguito il lancio ufficiale avvenuto negli Stati Uniti lo scorso sabato 3 aprile, è il momento di riportare una serie di autorevoli pareri derivanti dalle firme più note del giornalismo statunitense, addetti ai lavori che hanno avuto ovviamente modo di testare il dispositivo con qualche giorno di anticipo rispetto a tutti gli altri. Si tratta, per citarne alcuni, di Walt Mossberg del Wall Street Journal o David Pogue del The New York Times, insomma non i primi arrivati. Più che positivi i riscontri. L'entusiamo è la parola chiave che vige intorno alla creatura Apple, per tanti motivi ma soprattutto circoscrivibili alle performance del nuovo chip A4, in grado di far letteralmente volare la gestione di tutte le applicazioni. Ottimo anche il giudizio sulla batteria che mantiene le 10 ore promesse (a differenza dell'iPhone molto meno efficiente rispetto ai dati dichiarati) e sull'ampio pannello, qualche critica invece sulla mancanza di una web cam integrata e sulla tastiera virtuale secondo alcuni ancora troppo macchinosa.
Non ci resta che testare personalmente iPad, per capire realmente tutti i pregi e gli eventuali difetti che non mancheremo di riportarvi. Nel frattempo potete dare uno sguardo a tutti i giudizi della critica straniera nella tebella in calce distribuita dal portale Gizmodo.