Ubisoft annuncia IL-2 STURMOVIK: Cliffs of Dover  8

Stavolta solo per PC

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   18/01/2011

Ubisoft ha annunciato oggi l'uscita di IL-2 STURMOVIK: Cliffs of Dover, fissata per il 25 marzo e solo per PC.
Il gioco riproporrà i terribili eventi della Battle of Britain del 1940, con le forze aeree britanniche, tedesche e italiane coinvolte nel conflitto.
A quanto pare, il titolo sarà disponibile per l'acquisto unicamente dal sito Ubisoft, tanto in formato fisico quanto digitale, e dunque la data di uscita dovrebbe essere unica per tutti i territori.
Ecco una lista di ciò che offrirà il gioco:

  • Nuovi modelli poligonali per gli aerei, estremamente dettagliati e composti da elementi che possono essere danneggiati singolarmente.
  • Più di dodici aerei controllabili appartenenti alle forze inglesi, tedesche e italiane, riprodotti fedelmente anche nel cockpit.
  • Tredici aerei controllati dall'IA e realizzati sempre con altissima cura.
  • Una campagna single player coinvolgente, che lancia il giocatore nel mezzo della battaglia nei ranghi della British Air Force.
  • Un multiplayer massivo, con modalità personalizzabili che prevedono fino a centoventotto giocatori impegnati.
  • Addestramento interattivo, fondamentale per insegnare ai novizi i rudimenti del volo.
  • Un'ambientazione completamente nuova, che si estende per un vasto territorio passando da Londra e dall'Inghilterra del sud al nord della Francia e al Belgio. La mappa conterrà migliaia di città storiche, paesi, strade, aeroporti, stazioni radar e aree industriali, tutte riprodotte fedelmente rispetto alla realtà del 1940.
  • Un nuovo motore grafico 3D di ultima generazione, con il pieno supporto delle DirectX 10 e 11 e un'enorme varietà di veicoli, edifici e altri elementi ambientali rappresentati in maniera fotorealistica.
  • Livello di difficoltà personalizzabile grazie a dozzine di opzioni e parametri.

Sarà inoltre disponibile una Collector's Edition, contenente il gioco, una mappa esclusiva, una riproduzione fedele di alcuni documenti relativi allo Spitfire I e un quaderno ad anelli di centocinquanta pagine con le istruzioni per i piloti.