GTA V: Rockstar colpisce duro sui responsabili del cheat "Infamous" 11

Il cheat Infamous è qualcosa di decisamente serio per Rockstar e a quanto pare anche per la corte australiana che ha disposto il blocco dei beni per i cheater

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   17/10/2018

In seguito alla decisione di una corte australiana che ha dato il via libera, i legali di Rockstar hanno proceduto a far bloccare gli asset di un gruppo di persone considerate responsabili dell'utilizzo del cheat "Infamous" all'interno di GTA V.

Si tratta di un cheat alquanto insidioso, in grado di consentire l'accesso ad alcune funzioni "proibite" del gioco e in particolare di Grand Theft Auto Online, come la possibilità di modificare l'ambiente e il flusso della valuta in-game a piacere. La decisione della corte australiana ha consentito a Rockstar di effettuare un controllo preciso e accurato sugli indagati, bloccandone anche l'accesso ai propri beni al di là di spese correnti e quotidiane. Si tratta di una procedura molto seria, che viene utilizzata in casi particolarmente gravi, tanto per rendere l'idea dell'importanza del caso secondo i giudici australiani e la richiesta dei legali di Rockstar.

Curiosa peraltro anche la descrizione degli effetti del cheat Infamous riportata anche all'interno dei documenti legali della corte, con la menzione degli effetti del software illegale sul gioco come la possibilità di teletrasportare il giocatore, manipolare ambiente e moneta virtuale, generare nuova moneta virtuale, la caratteristica "God Mode" e il "Super Salto".