Guild Wars 2 invecchia, ArenaNet si prepara a licenziamenti di massa 20

ArenaNet ha in programma una vasta ristrutturazione interna che porterà, verosimilmente, a parecchi licenziamenti, all'interno del programma di taglio dei costi già avviato da tempo da NCsoft.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   22/02/2019

È un periodo alquanto burrascoso per l'industria videoludica, con un altro gigante che si prepara a ridimensionare notevolmente il proprio organico in vista di una ristrutturazione, in questo caso ArenaNet, il publisher di Guild Wars 2, che sembra abbia in programma licenziamenti di massa.

Lo riporta Kotaku insieme ad altre testate, a partire da alcune fonti interne alla compagnia. Sembra infatti che Songyee Yoon, il CEO della compagnia coreana NCSoft West che controlla ArenaNet, abbia inviato una email interna ai propri dipendenti annunciando la necessità di effettuare dei tagli alle spese e una ristrutturazione interna. "I nostri ricavi dal business videoludico stanno calando mentre i nostri franchise invecchiano, con ritardi nello sviluppo su PC e mobile che hanno creato ulteriori spese rispetto alle previsioni di introiti e i costi operativi sono cresciuti", ha spiegato in maniera molto drastica la Yoon, "La posizione in cui ci troviamo al momento non è più sostenibile e non ci predispone bene ad eventuali successi futuri".

Insomma la soluzione è quella tipica in questi casi: "tagliare le spese in tutta l'organizzazione", dunque si tratta di ristrutturare, e quando questo si associa a un taglio di costi solitamente significa che ci sono parecchi licenziamenti in vista. "La ristrutturazione, il taglio dei costi e il riallineamento strategico sono tutti fatti per assicurarci un domani e porre le fondamenta che ci consentiranno di crescere di nuovo", ha affermato il CEO della compagnia.

Successivamente, sembra che ArenaNet abbia incontrato lo staff, composto attualmente da circa 400 persone in totale, in un paio di meeting, per introdurre la questione licenziamenti, anche se non ci sono ancora informazioni precise al riguardo. Tutta l'operazione si inserisce in una grande ristrutturazione in corso presso NCsoft, che lo scorso settembre aveva già chiuso il team Carbine Studios e il suo Wildstar, oltre ad aver ridotto il personale nel team Iron Tiger specializzato in titoli mobile. ArenaNet è rimasta per anni legata esclusivamente a Guild Wars 2, la cui ultima espansione, Path of Fire, è uscita nel settembre del 2017.