Il taglio di prezzi fa volare GameCube anche negli USA  0

NOTIZIA di La Redazione  —   20/11/2003

Il taglio di prezzi fa volare GameCube anche negli USA

Il taglio di prezzi che ha portato GameCube a costare solo 99 Dollari nel territorio statunitense pare aver aiutato enormemente la compagnia. Le vendite della console non sono mai state così alte: secondo l'organismo Toy Retail Sales Tracking Service (TRSTS), lo share di mercato di Nintendo è balzato al 35 percento, guadagnando 10 punti e trovandosi adesso a ridosso di soli 9 dallo schiacciasassi Sony. Nintendo ha anche dichiarato di aver venduto la bellezza di 250.000 macchine nel solo mese di Ottobre, con un incremento del 50% nelle vendite rispetto a qualsiasi altro mese dell'anno e superiore a qualsiasi picco di vendite avuto dal diretto concorrente Microsoft con la sua Xbox.

Il bilancio del mese scorso appare così : 300.000 PlayStation 2, 254.000 GameCube e 176.000 Xbox. Per altro, considerando anche le vendite del GameBoy Advance, Nintendo venderebbe per il 51% di tutto il mercato Hardware a stelle e strisce.

Anche le vendite di software sono schizzate in alto. La compagnia ha comunicato un incremento del 62% rispetto a Settembre e del 200% rispetto all'anno precedente. Dall'altro lato, il fenomeno GameBoy Advance pare innarrestabile: sempre in Ottobre Nintendo ha venduto la bellezza di 400.000 portatili. Pare quindi un momento più che favorevole, adesso ci sarebbe solo da sperare che tutto questo continui per tutto l'anno 2003 ed oltre.