NBA Jam, un cheat impediva ai Bulls di segnare all'ultimo contro i Pistons 21

In queste settimane Mark Turmell, il creatore di NBA Jam, sta raccontando diversi aneddoti come quello che impediva ai Bulls di segnare all'ultimo contro i Pistons.

NOTIZIA di Luca Forte   —   28/06/2020

In queste settimane Mark Turmell, il creatore di NBA Jam, sta raccontando diversi aneddoti sul gioco. Uno dei più curiosi, diventato una vera e propria leggenda metropolitana, è la conferma di un cheat che impediva ai Bulls di segnare all'ultimo contro i Pistons.

"Tifare i Pistons e lavorare a Chicago nel pieno dell'era Michael Jordan era difficile. Per questo motivo durante la creazione del gioco abbiamo scritto un codice speciale che impedisce ai Bulls (la squadra di Chicago) di segnare contro i Detroit Pistons all'ultimo secondo. Se vi capitasse di giocare a NBA Jam prendete i Pistons e non i Bulls," ha raccontato nell'intervista, confermando quella che per molti anni è stata una vera e propria leggenda metropolitana tra i giocatori di NBA Jam.

In realtà Mark Turmell aveva già confermato questa cosa negli anni scorsi, ma non lo aveva fatto con questa precisione. Inoltre ha raccontato come il gioco fu in grado di raccogliere un miliardo di dollari in monetine in un anno in sala giochi.

Voi eravate al corrente di questo trucco? Cosa direste se un tifoso della Juventus facesse un qualcosa di simile in PES o FIFA?