Nintendo Switch, il presidente Shuntaro Furukawa parla di successo e next-gen 71

Come sarà la next-gen di Nintendo Switch? La domanda è stata posta al presidente dell'azienda giapponese, Shuntaro Furukawa, che tuttavia ha risposto in maniera evasiva.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   09/07/2020

Come sarà la next-gen di Nintendo Switch? La domanda è stata posta al presidente dell'azienda giapponese, Shuntaro Furukawa, e al direttore Ko Shiota: entrambi hanno fornito una risposta, vediamo qual è stata la meno evasiva.

"La nostra piattaforma di attuale generazione, Nintendo Switch, è entrata nel suo quarto anno di vita ma è sempre più popolare", ha detto Furukawa. "Pensiamo che i motivi di questo successo siano due."

"Il primo è l'esistenza di due configurazioni hardware dotate di caratteristiche differenti, Nintendo Switch e Nintendo Switch Lite. Il secondo è che le risorse dell'azienda sono concentrate sullo sviluppo di contenuti per un'unica piattaforma."

"Vogliamo estendere il ciclo vitale di Nintendo Switch mentre al contempo massimizziamo questi vantaggi", ha concluso il presidente, chiudendo idealmente le porte a un'eventuale discussione sulla next-gen.

La risposta del direttore Ko Shiota è stata fortunatamente meno vaga. "Oltre agli aspetti tecnici, le piattaforme Nintendo vengono sviluppate con in mente la possibilità di offrire un ambiente di gioco confortevole per gli utenti", ha detto.

"Crediamo che la possibilità di giocare su di un televisore oppure utilizzando lo schermo integrato nella console abbiano aumentato le opportunità di gioco nelle varie situazioni per gli utenti, rispetto alle precedenti piattaforme."

"Con Nintendo Switch abbiamo scoperto in che modo una piattaforma dedicata ai videogame possa entrare nella vita quotidiana di una persona. Sui social network vediamo scene con ragazzini e le loro famiglie che si siedono attorno alla console per giocare insieme, il che ci dà un'idea del suo valore."

"Sfrutteremo questa esperienza con grande attenzione quando dovremo pensare alla forma che le nostre prossime piattaforme assumeranno."