Nuovi dettagli su Alan Wake  81

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   29/03/2009

Poche cose nuove, come al solito, emergono dall'intervista pubblicata dal sito norvegese Gamer.no, almeno stando alla traduzione effettuata da Joystiq.
Il capo del franchise development presso Remedy, Oskari Häkkinen, ha svelato qualche nuovo dettaglio sul segretissimo gioco in sviluppo per PC e Xbox 360, tuttavia lasciando più dubbi che certezze, che è poi la caratteristica tradizionale che riguarda il tenebroso Alan Wake ormai da 4 anni a questa parte.
A quanto pare, le condizioni meteorologiche condizioneranno in varie maniere il gameplay: "tutto nel gioco può essere modificato dalle condizioni meteorologiche. Se si sta viaggiando in macchina sarà più difficile guidare con la pioggia forte, rispetto a quando c'è bel tempo... il tempo è dinamico, e influenza il modo in cui si fruisce il gioco".
Dunque gli agenti atmosferici cambieranno in maniera dinamica e influenzeranno il gameplay, in diversi casi. Allo stesso modo, la luce gioca un ruolo particolare: "la luce è molto importante nel gioco, e si tratta di una caratteristica unica che non è mai stata utilizzata in un gioco nella maniera in cui la stiamo implementando in Alan Wake", dice ancora Häkkinen.
Alan Wake è un "thriller psicologico d'azione", secondo la strana definizione che lo accompagna, e come molti sapranno (se ne parla praticamente da 4 anni) mette in scena la storia di uno scrittore di romanzi horror che si ritrova in una piccola cittadina nell'interno dello Stato di Washington chiamata Bright Falls. Questo è il luogo scelto dalla moglie del protagonista, Alice, per aiutarlo a superare il suo "blocco dello scrittore", ma proprio qui iniziano ad accadere cose strane. Alan si ritrova tormentato dagli incubi nel sonno, e alcuni di questi cominciano a insinuarsi anche nella realtà.
Secondo quanto riportato da IGN, la storia del gioco verrà presentata suddivisa in episodi, ognuno dei quali con una piccola conclusione e un "cliffhanger" che introduce la tematica che verrà trattata nella sezione successiva. Si tratta di un gioco horror, ma secondo quanto dice Häkkinen non vi troveremo all'interno zombie o mostri più o meno classici, si tratta di un tipo di orrore più sottile e inquietante, riconducibile ad esempio al film Jacob's Ladder (Allucinazione Perversa in versione italiana), in cui l'atmosfera gioca un ruolo fondamentale, a cui certamente concorreranno gli agente meteorologici dinamici e il particolare sistema di illuminazione.
Attendiamo, ovviamente, nuove informazioni, tra cui - si spera - una data di uscita.