PS5: Mark Cerny ha registrato un nuovo brevetto per la retrocompatibilità

Mark Cerny ha registrato un nuovo brevetto per la retrocompatibilità di PS5, che porterà i giochi delle vecchie console sull'ultima nata.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   13/01/2022
171

Mark Cerny ha registrato un nuovo brevetto che punta alla retrocompatibilità dei titoli per PlayStation, PS2 e PS3 su PS5. La scoperta è stata fatta da Shaun Mcilroy e condivisa su Twitter, che ha riportato la pagina d'ufficio brevetti americano con in cui è possibile leggere chiaramente:

"Backward Compatibility Through Use Of Spoof Clock And Fine Grain Frequency Control" di Cery; Mark Evan ; et al.(trad. Retrocompatibilità attraverso l'utilizzo di Spoof Clock e Fine Grain Frequency Control, et al. è un'abbreviazione di et alii ("e altri"), et aliae ("e altre"), et alia ("e altre cose", con alia neutro plurale), oppure et alibi ("e altrove"), delle espressioni latine). La registrazione è stata fatta a nome di Sony Interactive Entertainment, mentre l'"invenzione" viene accreditata a Mark Evan Cerny e David Simpson.

La descrizione, pur non nominando direttamente PS5, è chiarissima in merito a cosa si riferisce il brevetto, al di là dei tecnicismi. Naturalmente abbiamo escluso PS4 dall'elenco dei possibili sistemi retrocompatibili perché lo è già.

Inoltre il brevetto si lega in modo ineccepibile con le recenti voci che vogliono Sony in procinto di lanciare un servizio simile a Xbox Game Pass, nome in codice Spartacus, ma con giochi di tutte le generazioni di PlayStation, dalla prima alla quinta. Il sistema dovrebbe basarsi sul cloud gaming, ma per ora Sony non ha annunciato niente di concreto in merito.