Qualcomm: i processori di nuova generazione per PC Windows sfideranno gli Apple M

Qualcomm si è affidata a un team d'eccezione per creare un processore in grado di competere con gli Apple M1

NOTIZIA di Mattia Armani   —   17/11/2021
45

Qualcomm ha sfidato apertamente Apple promettendo un SoC ARM per sistemi Windows in grado di competere con gli Apple M, i potenti processori che permettono ai nuovi MacBook Pro di offrire una potenza paragonabile a una GPU discreta di alto livello nelle applicazioni grafiche.

La promessa di Qualcomm, arrivata durante la conferenza annuale per gli investitori, è accompagnata da una scaletta che prevede l'arrivo dei processori ai costruttori entro nove mesi e la commercializzazione dei prodotti nel 2023. La precedenza verrà data ai PC Windows, tra i quali potremmo vedere anche dei Microsoft Surface vista la precedente collaborazione tra le due compagnie, ma i nuovi SoC Qualcomm saranno usati anche nel settore automotive, nei datacenter e negli Snapdragon degli smartphone Android del futuro, grazie a un'elevata scalabilità dell'architettura.

Al momento Apple è il nemico da battere nel campo degli ultraportatili ad alta potenza
Al momento Apple è il nemico da battere nel campo degli ultraportatili ad alta potenza

Le promesse altisonanti comportano ovviamente qualche dubbio, soprattutto considerando le prestazioni non eccezionali con Windows on ARM dei processori Qualcomm, ma la nuova CPU di Qualcomm potrebbe lasciarsi alle spalle i core Cortex compiendo un salto prestazionale notevole. Ed è un qualcosa senza dubbio alla portata di un team d'eccezione che è stato acquisito da Qualcomm a inizio 2021. A occuparsi del chip è infatti Nuvia, una startup fondata da ex ingegneri Apple e gestita da Gerard Williams che è stato al comando della progettazione delle CPU di Cupertino.