Ruba delle auto per vivere un inseguimento alla GTA, viene condannato a 160 anni di carcere 68

Tal Ryan Stone ha ricreato un inseguimento alla Grand Theft Auto nella realtà, ottenendo come bonus la bellezza di 160 anni di carcere.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   22/01/2019

Ryan Stone è stato condannato a 160 anni di carcere dopo aver riprodotto nella realtà un inseguimento in stile Grand Theft Auto. Chi è Ryan Stone? Un cittadino americano comune, evidentemente appassionatissimo del gioco di Rockstar.

Come visibile nel filmato sottostante, Ryan si è divertito a correre come un pazzo per la sua città, rubando auto ai passanti inconsapevoli, che ha letteralmente trascinato fuori dai loro mezzi mentre li guidavano.

Dopo l'arresto, il buon Ryan non era affatto pentito di ciò che aveva fatto, come dimostrano le registrazioni delle divertite conversazioni dal carcere con la sua fidanzata in cui si vanta delle sue gesta, citando la sua fonte d'ispirazione videoludica. Ora comunque avrà molto tempo per pianificare il prossimo colpo, visto che per i prossimi 160 anni non uscirà di galera. Sempre che non diventi un fan di A Way Out.

Quali profondi insegnamenti etici e morali possiamo trarre da questa storia? I videogiochi non rendono idioti, ma nessuno li vieta gli idioti. Comunque sia, grazie Ryan per averci regalato tutte queste emozioni.