La recensione di Joe Dever's Lone Wolf

Lupo Solitario approda anche su Nintendo Switch, in un entusiasmante mix di librogame e strategia

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   17/02/2018
17

Annunciato appena pochi giorni fa, Joe Dever's Lone Wolf porta anche su Nintendo Switch la coinvolgente narrazione e gli avvincenti combattimenti a turni che caratterizzano il titolo del team italiano Forge Reply. Ci siamo cimentati con il gioco per l'ennesima volta, dopo le versioni mobile, PC e console, sorprendendoci di fronte al fatto che la storia scritta da Joe Dever, con i suoi immancabili bivi, aveva ancora qualche segreto da svelare. È bastato insistere in determinate situazioni per approfondire ulteriormente alcune parti della trama, scoprire personaggi inediti e farsi carico delle loro richieste, a conferma di un valore di rigiocabilità effettivamente consistente, che apre la strada a numerosi walkthrough anche dopo il completamento dell'avventura. Allo stesso modo, per questo nuovo test abbiamo pensato di creare un Lupo Solitario diverso dal solito, capace di unire la potenza delle mazze da guerra (impugnate rigorosamente in coppia) a un approccio basato sull'intuito e la riflessione, con un set di poteri Kai a metà fra attacco e difesa. E sì, ci siamo divertiti come la prima volta.

Le pagine della nostra vita

Dopo un lungo caricamento iniziale, che però ha il merito di abbattere i tempi di attesa in-game, la struttura di Joe Dever's Lone Wolf si mostra in tutte le sue peculiarità. Come detto, il gioco è un riuscito mix fra librogame e combattimenti a turni: un'esperienza di lettura affascinante, che ci chiama spesso a fare delle scelte e ad accettarne le conseguenze, producendo risvolti differenti a seconda del percorso che abbiamo deciso di intraprendere. Il villaggio di Rockstarn è stato improvvisamente attaccato da un'orda di Giak che lo hanno messo a ferro e fuoco, massacrando tanti abitanti alla ricerca di qualcosa di prezioso. Resosi conto dell'accaduto, Lupo Solitario raggiunge in fretta la zona e affronta i nemici ancora presenti, cercando disperatamente qualche superstite e imbattendosi in Leandra, una ragazza molto scaltra e coraggiosa, che potrebbe avere qualcosa a che fare con i motivi dietro l'assalto. Scopriremo la verità nel corso di quattro atti, divisi ognuno in tre capitoli, leggendo il coinvolgente testo firmato dal compianto Joe Dever per l'occasione e muovendoci schematicamente all'interno di una mappa per raggiungere i vari luoghi d'interesse. Durante lo stesso tragitto, in modo casuale, oppure una volta giunti in una nuova zona, la storia ci porrà immancabilmente di fronte a una serie di combattimenti con avversari sempre più forti, da affrontare come detto in un contesto a turni. Dopo ogni scontro potremo raccogliere una certa quantità di loot, con risorse e denaro con cui acquistare nuovo equipaggiamento o migliorare quello in nostro possesso.

La recensione di Joe Dever's Lone Wolf

Il tocco del lupo

I controlli della versione Nintendo Switch di Joe Dever's Lone Wolf riprendono quanto già visto su PC, PlayStation 4 e Xbox One, mettendo da parte il touch screen in favore di quick time event basati sull'uso dei pulsanti e degli stick analogici. Tali manovre vengono chiamate in causa per consolidare determinati attacchi, per effettuare scarti rapidi al fine di evitare i colpi dei nemici o per mettere a segno spettacolari finisher in grado di ripristinare gran parte della nostra energia spirituale. Gli indicatori da tenere sott'occhio sono in effetti tre: quello della salute, quello del vigore e appunto l'energia mistica, che consente a Lupo Solitario di sferrare attacchi basati sulla telecinesi, sull'uso delle ombre, sul richiamo dei lupi e sull'autoguarigione.

La recensione di Joe Dever's Lone Wolf

Durante il turno vengono indicate le varie opzioni attraverso icone che rappresentano i pulsanti del controller, che una volta premuti fanno comparire una ruota di possibilità a cui attingere. Selezionato il nostro bersaglio con i tasti dorsali, potremo dunque attaccarlo con l'arma principale in modo veloce, medio o pesante, lanciargli dei coltelli o delle frecce di vario tipo, ricorrere ai già citati poteri Kai o infine estrarre la micidiale Spada del Sole, qualora il relativo indicatore sia pieno, ed eseguire uno spettacolare attacco di luce. Al termine dello scontro la nostra energia sarà inevitabilmente più bassa: dovremo tenerne conto prima di affrontare un nuovo duello, scegliendo di fermarci a meditare per ripristinare tutti i valori (con il rischio, però, che qualche nemico ci prenda alla sprovvista), soggiornare in una locanda sicura oppure aprire l'inventario e consumare cibo o pozioni che possano rinfrancarci.

La recensione di Joe Dever's Lone Wolf

L'esperienza su Nintendo Switch

Come detto in apertura, Joe Dever's Lone Wolf ha davvero tanto da dare grazie alla sua peculiare struttura a bivi, che offre non solo un comparto narrativo di grande qualità, epico e coinvolgente, ma anche un'esperienza di lettura piacevole sia in modalità portatile che collegando Nintendo Switch al televisore. Gli sviluppatori hanno infatti impostato di default il carattere più leggibile fra i tre selezionabili, aggiunto qualche modifica per snellire l'interfaccia (sebbene la compravendita e il crafting rimangano generalmente operazioni un po' macchinose) e ottimizzato al meglio i controlli tramite stick analogico, così che neppure i minigame di apertura delle serrature con il grimaldello risultino eccessivamente ostici.

La recensione di Joe Dever's Lone Wolf

Tutto funziona alla grande, ma bisogna anche dire che son passati ormai quattro anni abbondanti dal debutto del gioco e determinati asset, le texture in primis, cominciano a sentire il peso del tempo, tanto che sarebbe stato il caso di rinfrescarne qualcuno. Nulla di grave, ad ogni modo: la resa visiva dei combattimenti rimane ottima, specie grazie al design dei nemici e delle ambientazioni, mentre la colonna sonora di 93 Steps risulta affascinante come la prima volta: ci sono dei brani davvero splendidi, che meritano senza dubbio di essere ascoltati.

Commento

Digital Delivery
Nintendo eShop
Prezzo
14,99 €
Multiplayer.it

8.0

Lettori (5)

8.3

Il tuo voto

Joe Dever's Lone Wolf non ha perso minimamente il proprio fascino, e ci auguriamo che il debutto del gioco su Nintendo Switch possa portare tanti nuovi utenti a scoprire la coinvolgente narrativa, la ricca struttura a bivi e le grandi atmosfere che il titolo sviluppato da Forge Reply è capace di offrire. Piacevole da leggere sia in modalità portatile che sul televisore, grazie anche a una serie di piccoli accorgimenti e a caricamenti rapidissimi in-game, l'avventura di Lupo Solitario è caratterizzata anche da un consistente grado di sfida, che vi porterà a valutare con attenzione le mosse durante i combattimenti a turni, dando fondo a tutte le vostre risorse nel tentativo di uscire vincitori dall'ennesimo duello contro Giak, Drakkar, Gourgaz e ogni genere di creatura oscura troverete sul vostro cammino.

PRO

  • Coinvolgente, ispirato, ricco di atmosfera
  • Struttura ricca di bivi, combattimenti spettacolari
  • Colonna sonora da applausi
CONTRO
  • Graficamente sente un po' il peso degli anni
  • Qualche elemento dell'interfaccia risulta ostico
  • Accade talvolta che i controlli non siano precisi