Build-a-lot  0

Diventare un imprenditore di successo è il sogno di molte persone, e sono diverse le storie di gente che si è arricchita cominciando con il costruire case (in Italia abbiamo un esempio lampante in tal senso...). Ebbene, Glu smette per un attimo i panni del publisher che privilegia esclusivamente gli action game e confeziona per noi un gestionale davvero originale e interessante, in cui appunto dovremo vestire i panni di un imprenditore edile.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   27/02/2009

Crisi o non crisi, c'è sempre chi riesce a fare un sacco di soldi investendo nel mattone: passano gli anni e i prezzi delle case si alzano sempre di più, dunque anche solo comprare e rivendere abitazioni si trasforma in una professione molto remunerativa. Ne sa qualcosa il famoso lottatore di wrestling Mark Calaway, in arte "The Undertaker", che fra un incontro e l'altro si dedica appunto alla compravendita di case e sembra che la cosa gli stia fruttando letteralmente una fortuna. Se contrattare con un tipo così imponente e dall'aspetto minaccioso probabilmente non è una passeggiata, è anche vero che il mercato immobiliare è pieno di imprenditori "normali" che, pur non potendo contare su cotanta fisicità, riescono a concludere ottimi affari e hanno la capacità di risvegliare l'economia di città altrimenti poco considerate. Build-a-lot, il nuovo titolo sviluppato da HipSoft per Glu, ci mette appunto nei panni di un imprenditore che passa da una città all'altra e deve costruire case ed edifici secondo le disposizioni del sindaco di turno.

La schermata di avvio del gioco ci permette di cimentarci con la modalità "carriera" o con la modalità "occasionale" (che si sblocca dopo aver completato un certo numero di stage), e la prima che rappresenta la parte più sostanziosa del prodotto Glu. Dovremo infatti affrontare più di trenta stage distribuiti all'interno di varie città, con la difficoltà che cresce di pari passo con le nostre abilità. Di volta in volta avremo a che fare con un sindaco che ci chiederà di completare delle semplici missioni, nella fattispecie costruire un certo numero di case, guadagnare una certa cifra di denaro oppure ristrutturare gli edifici fino ad alzare il valore dei loro affitti. Tutto si svolge attraverso un'interfaccia molto semplice, con un puntatore che si controlla tramite d-pad e che con la pressione del tasto 5 (o del tasto *) apre un menu diviso in quattro parti: una relativa alla costruzione, alla vendita e alla distruzione degli edifici; una che riguarda l'acquisto dei materiali; una che ci permette di assumere nuovi lavoratori per velocizzare le operazioni; e una, infine, che ci mostra il livello del denaro disponibile, il cui aumento viene rappresentato da una barra che sale più o meno velocemente a seconda del numero e dell'entità degli affitti che stiamo riscuotendo. La prima parte del menu è quella più sfaccettata, visto che potremo selezionare il tipo di edificio da costruire (le varie tipologie si sbloccano man mano che si completano gli stage) ma anche ristrutturarne uno già esistente per tre volte (aumentandone il valore) o metterlo in vendita. La rivendita delle case, come nella realtà, rappresenta in Build-a-lot un modo facile per aumentare il proprio gruzzolo rapidamente, magari perché si ha la necessità di costruire molti edifici e bisogna avere una certa liquidità. Le fasi di costruzione si svolgono come in un qualsiasi strategico in tempo reale, dunque vedremo la nostra casa nascere dal nulla e completarsi in pochi secondi.

Passando all'aspetto tecnico, c'è da dire che gli sviluppatori hanno fatto un ottimo lavoro. Questo genere di prodotti non vantano mai una grafica spettacolare e non ci troviamo certo di fronte a un'eccezione, ma si vede la cura che è stata riposta nelle fasi di costruzione degli edifici. L'interfaccia, inoltre, è sempre molto chiara e leggibile. La navigazione all'interno dei menu risulta intuitiva e veloce nonostante si usi il d-pad e non un mouse, e l'unico scotto da pagare è rappresentato da caricamenti un po' più lunghi della media per i mobile game. Peccato per il sonoro anonimo.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Build-a-lot è un gestionale davvero molto carino, che conquista fin da subito grazie alla semplicità del gameplay e all'originalità dell'idea di base. Costruire, ristrutturare e rivendere case non è una pratica apparentemente divertente, eppure è stata resa tale da una struttura che funziona alla grande e che tiene il giocatore per mano attraverso i vari livelli. Ci si trova a poter realizzare nuovi edifici e a rispettare tabelle di marcia sempre più rigide, ma la cosa avviene in modo graduale e raramente si finisce vittime della frustrazione. Di certo un sistema di controllo via mouse avrebbe reso tutto più pratico e appagante, ma c'è da dire che nonostante tutto i controlli via d-pad svolgono bene il proprio lavoro, reso oltretutto più agevole da un'interfaccia pensata molto bene. Se siete alla ricerca di un videogame "alternativo" per il vostro cellulare, questo nuovo titolo Glu potrebbe fare al caso vostro.

PRO

CONTRO

PRO

  • Originale e divertente
  • Ottima interfaccia
  • Buon numero di stage

CONTRO

  • Si sente la mancanza del mouse
  • Azione talvolta lenta e ripetitiva
  • Sonoro anonimo