Earth Defence Force 2017 - Recensione  1

Se formiche giganti e robot alti 10 metri sono il vostro pane quotidiano, siete pronti per il videogioco più trash e pacchiano disponibile su Xbox 360...

RECENSIONE di Andrea Palmisano   —   10/05/2007

Fuori gli insetticidi!

Sviluppato dal misconosciuto team Sandlot Games, Earth Defence Force 2017 parte dal presupposto più banale e scontato possibile; corre l’anno 2017, e il nostro amato pianeta Terra è stato attaccato ed invaso da una razza aliena tutt’altro che amichevole. Per rispondere alla minaccia si è deciso di istituire un gruppo di soldati, appunto l’Earth Defence Force, con lo specifico compito di salvare l’umanità dall’estinzione forzata. Con tutta la tecnologia militare che sarà probabilmente disponibile nel 2017, questa specie di armata Brancaleone futuristica può contare però solamente sulle proprie gambe, oltre che su qualche arma da fuoco ben assortita. La maggior parte del tempo lo si passa infatti al comando di un anonimo eroe, correndo senza un attimo di pausa da un capo all’altro delle ambientazioni e dando la caccia a tutto ciò che si muove. Se già questo è paradossale, lo sono ancor di più le sembianze degli alieni invasori; enormi formiche assetate di sangue umano o ragni salterini, ripieni ovviamente di litri di liquido verde, affiancati però a più tradizionali enormi robot, navicelle volanti, ufo e via dicendo. Il gameplay? Sparare, sparare e sparare. Una meccanica “vecchia scuola” nella migliore delle accezioni quindi; basta scegliere le 2 armi da portare con sè da una lista destinata ad allungarsi piano piano, e che può comprendere granate, razzi, fucili a pompa, mitragliatori, lanciafiamme, missili e via dicendo. Uno sguardo alla introduzione testuale alla missione e via nel cuore dell’azione. I controlli sono iper-semplificati; analogico sinistro per muoversi, un tasto per sparare, uno per cambiare arma e un altro ancora per saltare. Tutto qua. Il resto sta solo nella capacità del giocatore di eliminare ogni singolo alieno, senza preoccuparsi di nient’altro; anzi, la distruzione dell’ambientazione è favorita dal fatto che è sufficiente un singolo razzo per far crollare in un mucchio di macerie qualsiasi palazzo, anche il più alto. Ognuna delle 53 missioni può essere affrontata a 5 livelli di difficoltà; ogni qual volta se ne completa uno, il protagonista ottiene un aumento del livello massimo dell’energia e in alcuni casi viene sbloccata una nuova arma (delle circa 150 disponibili in totale). Tale elemento porta con sè l’unico aspetto minimamente strategico di Earth Defence Force 2017, ovvero la necessità di scegliere una coppia di armi minimamente compatibili con ciò che poi avverrà effettivamente sul campo di combattimento; come dire, se bisognerà avere a che fare con dischi volanti il fucile a pompa non è l’ideale... In alcune situazioni la produzione D3 permette anche di prendere il comando di alcuni mezzi, nel dettaglio un elicottero, un esoscheletro metallico, un carroarmato e una hoverbike. Purtroppo il sistema di controllo non è stato sufficientemente raffinato per fornire un’esperienza soddisfacente in tali frangenti, rendendoli così poco più che parentesi non molto piacevoli.

Sbucano dalle fottute pareti!

Tecnicamente Earth Defence Force 2017 alterna cose buone ad altre (molto) meno buone. La realizzazione delle ambientazioni è piuttosto spoglia e povera; che sia una città o una spiaggia al tramonto o l’interno del nido delle formiche, è difficile trovare sezioni dotate di una complessità poligonale e un livello di dettaglio degni di nota. Allo stesso modo anche il personaggio principale, un assolutamente anonimo soldato, è caratterizzato da animazioni dalla varietà al minimo sindacale; la corsa, appena accettabile pur valutando l’innaturale rotazione del bacino nei movimenti laterali, accompagna invece il salto davvero inguardabile oltre che spesso poco utile per schivare i colpi nemici. Clamorosi invece i bonus da raccogliere per recuperare energia o scudo, rappresentati da icone bidimensionali spixellate davvero orribili. D’altro canto va però fatto un plauso non da poco per i nemici; oltre alle dimensioni che passano dal “molto grande” all’ “enorme”, molti di essi sono estremamente ben caratterizzati e particolareggiati, e possono contare su texture di buona qualità. Decisamente notevoli invece gli effetti di luce e le esplosioni, capaci di regalare momenti davvero evocativi o di pura distruzione totale-globale. Il frame rate viaggia invece abbastanza costante, eccezion fatta per le situazioni particolarmente caotiche in cui il motore grafico inizia a soffrire prestando il fianco a rallentamenti decisamente vistosi. Per quanto riguarda la componente multiplayer, la fatica di Sandlot Games si limita ad offrire un cooperative per 2 giocatori con schermo diviso, lasciando alla porta ogni modalità online. Decisamente apprezzabile infine il prezzo poco più che da budget game con cui Earth Defence Force 2017 viene venduto; un ostacolo in meno per prendere il proprio posto nella difesa della Terra!

Commento

Raramente abbiamo visto qualcosa di così pacchiano, grossolano, ridicolo e allo stesso tempo divertente come Earth Defence Force 2017. Un surrogato del peggio (in senso buono) che possano offrire i B-Movie di fantascienza, uno sparatutto d’azione “ignorante” al 100% da gustare senza farsi troppe domande. Ripetitivo alla lunga, privo di modalità online e tecnicamente molto altalenante, la produzione Sandlot Games è pero indubbiamente dotata di un fascino, se così vogliamo chiamarlo, decisamente particolare. Un titolo non per tutti, certamente non indimenticabile, ma che a suo modo porta con sè un po’ di aria fresca e che senza dubbio è in grado di strappare più di un sorriso agli amanti del trash assoluto.

Pro

  • Trash come pochi altri
  • Molto divertente
  • Alcuni aspetti grafici ottimi
Contro
  • Ambientazioni povere
  • Alla lunga ripetitivo
  • Controlli non impeccabili

Obiettivi

Gli obiettivi di Earth Defence Force ruotano attorno al completamento del gioco ai vari livelli di difficoltà; nel dettaglio, 50 punti per Easy, 100 Medium, 150 Hard, 200 Hardest e 300 Inferno. Infine sbloccare tutte le armi porta con sè altri 200 punti.

Earth Defence Force 2017, ovvero quando il peggio dei B-Movie fantascientifici prende corpo in un videogioco. Il bello, però, è che il videogioco in questione è decisamente divertente, se non addirittura un acquisto obbligato per gli appassionati del genere “più è pacchiano e più mi piace”. Ma andiamo con ordine...