Fish Tycoon  0

I videogiocatori, in particolare quelli giapponesi, sono abituati da tempo ai prodotti più strambi e disparati. Tra simulatori di appuntamenti, giochi di ippica e di pesca, non sono mancate le occasioni per riflettere sul perché del successo di generi così particolari e, apparentemente, di nicchia. Non poteva mancare un esempio anche in ambito mobile, però, e Fish Tycoon sembra proprio essere un candidato perfetto...

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —  12 Febbraio 2008

Dei cosiddetti "virtual pet" ormai sappiamo vita, morte e miracoli. Nati dalle ceneri del primo Tamagotchi, i videogame in cui bisogna allevare un cucciolo hanno dovuto fare un certo cammino "tecnico" prima di esplodere letteralmente con i vari Nintendogs, Petz e via dicendo. Siamo arrivati al punto in cui curare un piccolo animale e giocare con lui, in modo completamente "virtuale", rappresenti un'attrattiva anche per i giocatori più smaliziati, quelli che mai e poi mai avrebbero pensato di potersi divertire senza sparare, combattere o distruggere qualcosa. Fish Tycoon si inserisce in questo discorso in un modo quantomeno anomalo, visto che si tratta a tutti gli effetti di un "simulatore di acquario", in cui dunque dovremo allevare dei pesci...

La gente resta per lunghi minuti a osservare dei semplici screensaver che riproducono la vita dei pesci in un acquario, dunque perché non rendere questa esperienza più divertente? Sarà stato questo interrogativo a dare l'input per lo sviluppo del nuovo prodotto targato Oberon Games, azienda che già vanta un catalogo davvero "alternativo" e che dunque ha il pregio di sperimentare nuovi modi di applicazione per il mobile gaming. Fish Tycoon, nella fattispecie, ci vede gestire un acquario e allevare pesci di diversa specie, con l'obiettivo finale di trovare sette specie "magiche". Un semplice tutorial ci introduce alla struttura di gioco, che parte dal rilascio di uova e prosegue con la nutrizione dei pesci, finché questi non diventano adulti. A quel punto si può analizzare ogni esemplare per vedere a che specie appartiene e determinarne il valore di mercato, quindi spostarlo nella vasca "di vetrina" per la vendita oppure metterlo in una piccola vasca di isolamento per far sì che si riproduca. Con i soldi ricavati dalla vendita dei pesci, ci si può recare in negozio e acquistare un gran numero di oggetti, che vanno dal semplice mangime alle medicine, dalle uova normali a quelle rare, passando per miglioramenti ed espansioni dell'acquario. Ogni volta che scopriamo di possedere uno dei esemplari "magici", si riempie una delle relative caselle e abbiamo la possibilità di utilizzare il pesce in questione per migliorare la situazione degli altri, a seconda delle loro abilità peculiari.

Per la realizzazione tecnica del gioco, gli sviluppatori si sono ispirati chiaramente ai vari screensaver per PC, e l'obiettivo è stato raggiunto per quanto concerne la qualità dei fondali. I pesci vantano una realizzazione talvolta buona, talvolta meno, ma purtroppo si muovono in modo piuttosto "legnoso", seguendo traiettorie talvolta innaturali. Gli elementi di contorno, costituiti dagli oggetti acquistabili e dalla "gente" che deve acquistare i nostri esemplari, hanno purtroppo un design approssimativo. Per quanto concerne il sonoro, possiamo selezionare liberamente uno dei quattro temi musicali disponibili: sono tutti molto belli, solo che non entrano in loop in modo "trasparente" e quasi sempre risultano del tutto inadatti all'atmosfera del gioco. Il sistema di controllo è piuttosto semplice: con il joystick ci si muove fra le varie opzioni, che si attivano premendo FIRE (o 5 sul pad numerico), mentre i tasti funzione servono per richiamare i pesci e analizzarne le caratteristiche, oppure per aprire la schermata della pausa.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Che Fish Tycoon sia un prodotto originale, non ci sono dubbi. È abbastanza chiaro da dove gli sviluppatori siano partiti per realizzare la propria idea, e c'è da dire che Oberon Games ha fatto quanto possibile per rendere l'azione varia e divertente. Purtroppo non ci è riuscita, però: benché tecnicamente il gioco si attesti su livelli discreti, in particolare per quanto concerne la qualità delle musiche, cimentarsi con l'allevamento dei pesci non è per nulla coinvolgente. Le azioni da compiere si ripetono spesso, non c'è un elemento in particolare che "stacchi" dalla consuetudine e si finisce per annoiarsi rapidamente. Tutto da rifare, dunque? Non proprio: alla fine dei conti, Fish Tycoon ha il merito di sperimentare nuove cose, ed è probabile che un eventuale seguito riesca a risolverne gli attuali problemi e a rendere l'azione più divertente.

PRO

CONTRO

PRO

  • Un acquario nel cellulare!
  • Molte specie di pesci diverse
  • Ottime musiche...

CONTRO

  • ...spesso poco adatte all'azione di gioco
  • Noioso
  • Ripetitivo